Pentola con Scolapasta o Spaghettiera – Migliori Modelli, Opinioni e Prezzi

Aggiornato il 27 Maggio 2024

In questa guida spieghiamo come scegliere la migliore pentola con scolapasta o spaghettiera per le proprie esigenze.

Spaghetti, penne, tagliatelle, fusilli o farfalle, se anche tu apprezzi la pasta in tutte le sue forme, sicuramente saprai che il segreto di questo amatissimo piatto della tradizione italiana risiede in una cottura perfetta.
Guardando qualche guida online o seguendo il lavoro di chef e cuochi esperti, molto probabilmente avrai notato che una delle soluzioni migliori per scolare la pasta risiede nell’uso della pentola con scolapasta integrato, detta anche pastaiola o spaghettiera.
Grazie ad essa è infatti possibile evitare pericolose acrobazie durante il passaggio dai fornelli al lavandino, senza rischiare scottature o vampate di vapore improvvise, spesso connesse all’uso dei normali scolapasta.
Oltre ad essere più sicure, le pentole con scolapasta sono in grado di cuocere le pietanze in modo nettamente migliore rispetto a una normale casseruola. Non tutti i modelli sono uguali però, alcuni sono decisamente più pratici e resistenti di altri. Se non sai ancora quale scegliere, in questa guida troverai tutte le informazioni necessarie per trovare la spaghettiera che meglio si adatti alle tue esigenze.

Cosa Sono le Pentole con Scolapasta Integrato

La pentola con scolapasta incorporato ha una struttura semplice e pratica. Realizzata il più delle volte in acciaio inox, essa si presenta esternamente come una normale pentola dai bordi alti, caratterizzata dalla presenza di due manici laterali.
La particolarità di questa stoviglia è rappresentata dal cestello forato posto al suo interno. Esso altro non è che un vero e proprio scolapasta estraibile in acciaio inox, dotato a sua volta di due manici.
Sollevandolo lentamente, è possibile far colare l’acqua di cottura direttamente nella pentola. Et voilà: schizzi, nubi di vapore e strane manovre per arrivare al lavandino saranno solo un lontano ricordo.
Per quanto immediata, questa soluzione presenta numerosi vantaggi, primo tra tutti quello di ottenere una pasta cotta a puntino e adatta per raccogliere al meglio sughi e condimenti, senza risultare mai scotta o collosa.
Anche il più inesperto dei cuochi potrà risparmiarsi fastidiosi inconvenienti, risultando subito più professionale.

Le differenze tra la pastaiola e le pentole classiche non si limitano però al solo aspetto estetico, anche in fase di cottura, i due strumenti si comportano in modo differente.
Più precisamente, i fori presenti sulla superficie dello scolapasta consentono all’aria di circolare in modo più omogeneo, questo si traduce in una cottura più uniforme, e in un grado ottimale di coerenza termica. Questo processo è inoltre ottimizzato dalla presenza del coperchio.
Grazie a queste stoviglie sarà molto più semplice evitare la formazione di blocchi di pasta incollati fra loro, difficili da condire e ancor più da masticare.

Recensione Migliori Pentole con Scolapasta

Vediamo più nel dettaglio alcune delle migliori pentole con scolapasta disponibili sul mercato in questo momento.

Pentola Cuocipasta WMF

Questo prodotto WMF costituisce un vero e proprio essenziale per tutti coloro i quali vogliono cucinare frequentemente al pasta. Non esageriamo, infatti, dicendo che con tutta probabilità questo modello in acciaio inox è attualmente uno dei migliori in vendita. A stupire è in primo luogo il rapporto tra qualità e prezzo, data l’ottima qualità dei materiali, il costo di questo prodotto è decisamente concorrenziale. Con un diametro di 18 centimetri e una capienza di 3 litri, la cuocipasta WMF mini è un piccolo gioiellino molto indicato per chi è solito cuocere dosi per due persone.
Resistente e facile da pulire, questa pentola può essere utilizzata quotidianamente per diversi mesi senza mostrare graffi e deformazioni del metallo. Naturalmente, per preservarne al meglio la forma e le caratteristiche è consigliato fare molta attenzione durante la fase di pulizia. In questo senso, non ci sono problemi per i più pigri, in quanto il modello può comodamente essere lavato in lavastoviglie.
In ogni caso, il consiglio è quello di pulirla immediatamente dopo l’uso, utilizzando una soluzione di acqua calda e aceto. Per quanto riguarda il cestello, esso risulta molto pratico e sufficientemente ampio.
Un ulteriore punto a favore di questa cuocipasta è il fondo, realizzato in TransTherm e quindi perfettamente compatibile anche per la cottura su piano a induzione. Lo strato centrale è infatti realizzato in alluminio incapsulato, un materiale perfetto per diffondere il calore in modo omogeneo. Il coperchio, infine, è realizzato in acciaio cromargan, un materiale valido, che tuttavia non consente di seguire l’andamento della cottura.
L’unico appunto che ci sentiamo di fare su questa pentola per cuocere la pasta riguarda la manicatura, la quale, anche se di buona qualità, non presenta un rivestimento atermico, e tende quindi a riscaldarsi velocemente.

Ultimo aggiornamento 2024-07-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Pentola con Scolapasta Kitchen Craft

A rendere particolare questa pentola cuocipasta della Kitchen Craft non è come spesso capita la qualità dei materiali o la fattura, ma la presenza di un secondo cestello decisamente utile per tutti coloro i quali apprezzano la cottura a vapore.
Anche in questo caso parliamo di un prodotto composto da pentola per cuocere la pasta, cestello profondo per la scolatura, cestello piccolo per la cottura a vapore e coperchio. Quest’ultimo fondamentale componente, spesso realizzato in acciaio inox, è qui invece proposto in Pyrex, un materiale trasparente e comodissimo per accertarsi costantemente dello stato della cottura dei cibi.
Anche dopo mesi di utilizzo, la resistenza di questa stoviglia è buona, in quanto realizzata in acciaio inossidabile. Il suo diametro di 20 cm e la capienza di 4 litri la rendono adatta alla cottura di 3 o 4 porzioni, riservandole un posto d’onore nella cucina di chi deve preparare piatti per tutta la famiglia. Unica pecca la manicatura, anche in questo caso sprovvista di protezioni atermiche e tendente quindi al surriscaldamento.
Ma passiamo ora al punto di forza di questo prodotto, ovvero la vaporiera. Molto indicata per la cottura delle verdure, questa piccola stoviglia integrata è comoda e semplice da usare: per cuocere le verdure è sufficiente disporla sulla parte superiore della pentola principale, avendo cura di sistemare il coperchio una volta posizionate le verdure. Grazie al foro di sfiato laterale, questa pentola è in grado di cuocere le pietanze in tutta sicurezza, in quanto il vapore in eccesso viene facilmente veicolato all’esterno durante la cottura.
Ultimo aspetto degno di nota è la possibilità di utilizzare questo modello Kitchen Craft sul piano a induzione. Grazie al fondo realizzato con triplo strato e una capsula interna in alluminio, la pentola non darà alcun problema anche sui fornelli più all’avanguardia. Fatte queste premesse, non rimane più niente da aggiungere: per chi cerca un prodotto versatile a buon prezzo, l’acquisto di questo prodotto è fortemente consigliato.

Ultimo aggiornamento 2024-07-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lagostina Multicottura Doppio Cestello

Parlando di pentole cuocipasta, impossibile non spendere due parole riguardo alla Lagostina Multicottura con doppio cestello. Questa bellissima stoviglia con scolapasta incorporato è indicata soprattutto per chi ha la necessità di cuocere contemporaneamente due formati di pasta diversi. Grazie al cestello separato è infatti possibile cuocere e scolare la pasta in momenti diversi senza causare problema alla realizzazione del piatto finito.
Completamente Made in Italy, elegante e molto capiente: se non si tratta della migliore pentola per pasta con doppio cestello, poco ci manca.
A rendere la pentola Lagostina unica troviamo prima di tutto l’eccellente qualità dell’acciaio inox 18/10, una vera garanzia in fatto di cottura e non per nulla uno dei materiali più utilizzati anche nelle cucine professionali. In secondo luogo, questa pentola vince su tutte soprattutto per una caratteristica molto rara come la presenza di manici con rivestimento in silicone, completamente atermici ed ergonomici. Evitare le scottature non è mai stato così facile.
Come se non bastasse, in dotazione è anche presente il coperchio in vetro Pyrex, indispensabile per potere seguire minuto per minuto l’andamento della cottura. Sempre sul coperchio troviamo poi una valvola di sfiato per il vapore, capace di garantire un’ebollizione dell’acqua completamente sicura.
Con il suo diametro di 22 centimetri e gli incredibili 5 litri di capienza, la pentola Lagostina Multicottura sembra non avere proprio rivali. Ma parliamo ora della preparazione delle pietanze, cucinare due formati di pasta, fino a 400 grammi per cestello, anche molto diversi tra loro è davvero comodo, in quanto una volta cotta la prima varietà sarà sufficiente agganciare la clip posta a lato del cestello con la pinza metallizzata fornita in dotazione. Et voilà, anche il più inesperto dei cuochi si può velocemente tramutare in uno chef da ristorante stellato.
Ultimo aspetto degno di considerazione è il rivestimento Titanium Performance, accompagnato dalla tecnologia Lagospot. Questo significa che questa pastaiola è completamente antiaderente, Anche in termini di versatilità non ci sono problemi, neanche a dirlo, questa pentola con scolapasta è compatibile con il piano cottura a induzione.

Ultimo aggiornamento 2024-07-24 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Pastaiola Lagostina In Acciaio Inossidabile

Con un prezzo leggermente più alto troviamo questo modello Lagostina, con diametro di 22 cm, cestello singolo a fori differenziati e con coperchio in vetro Pyrex. Capiente e di ottima fattura, questa pentola con scolapasta rientra a pieno titolo tra le migliori stoviglie attualmente in commercio.
Innanzitutto perché è realizzata in acciaio inox 18/10, uno dei materiali più resistenti e adatti a cotture prolungate. In secondo luogo, questa Lagostina misura ben 22 cm di diametro ed è indicata per preparazioni che includono fino a 500 grammi di pasta alla volta, risultando quindi perfetta per famiglie numerose o per grandi cene in compagnia di amici.
Per il resto, le sue caratteristiche sono in linea con i prodotti di fascia alta e comprendono alcune peculiarità molto interessanti. Prima tra tutte la presenza sul cestello dei fori differenziati, fondamentali per garantire alla pasta una cottura impeccabile, in quanto facilitano la circolazione dell’aria.
Lagostina ha poi inserito in questa stoviglia tutti i pregi che contraddistinguono una realizzazione eccellente 100% Made in Italy come un fondo compatibile con la cottura a induzione, una solidità e resistenza ineguagliabili e la possibilità di lavare comodamente la pentola cuocipasta in lavastoviglie.
Un oggetto di uso quotidiano che se curato con una manutenzione costante può durare molto tempo. Rispetto ad altri prodotti, tuttavia, questo particolare modello non è dotato di manici atermici, e necessita quindi di qualche attenzione in più durante la fase di prelievo del cestello.

Ultimo aggiornamento 2024-07-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Come Scegliere una Pentola con Scolapasta Integrato

Gli elementi che dovrai considerare prima di scegliere una pastaiola degna di questo nome sono principalmente legati alla qualità dei materiali di cui è composta, oltre naturalmente alle dimensioni e alla compatibilità con il piano cottura presente nella tua cucina.
Queste caratteristiche, come avrai notato, accomunano le pentole con scolapasta a tutte le altre stoviglie progettate per la cottura dei cibi. Vediamoli quindi insieme uno per uno, cercando di rispondere ai dubbi più frequenti.

Tipologie

Esistono diverse diverse tipologie di pentole con scolapasta. Vediamo insieme i vantaggi e gli svantaggi.
-Pentola con scolapasta a cestello singolo
Questo modello è secondo noi il più pratico ed efficiente. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di descriverlo in modo approfondito. Come abbiamo anticipato, il suo punto di forza è quello di permettere il sollevamento del cestello e la scolatura della pasta direttamente all’interno della pentola.
Risulta essere un prodotto decisamente facile da utilizzare, ma se ci pensi anche geniale. I passaggi per utilizzarlo sono davvero semplici, dopo avere riempito d’acqua la pentola con il cestello all’interno, dovrai solo attendere l’ebollizione, salare e buttare la pasta.
A cottura ultimata, ti basterà sollevare il cestello. L’acqua di cottura scivolerà dai fori e riempirà la pentola, che a quel punto non ti servirà più. Infatti, sarai tu a decidere quando svuotarla nel lavandino. La pasta rimarrà perfettamente scolata nel contenitore forato, pronta per essere buttata in una padella con il condimento o direttamente in un piatto di portata.
-Pentola con scolapasta a doppio e triplo cestello
Questo modello, in tutto e per tutto simile a quello descritto sopra, rappresenta un’ulteriore evoluzione del concetto di pentola con scolapasta integrato.
Il cestello presente all’interno è infatti suddiviso in due settori distinti, entrambi dotati di manico. Dato che molti formati di pasta richiedono tempi di cottura differenti, utilizzando questa soluzione potrai cuocere contemporaneamente due tipi di pasta, scolando ciascuno quando opportuno.
Portare uno sfizioso bis di primi in tavola sarà un gioco da ragazzi. Grazie al doppio cestello potrai creare menù fantasiosi e accattivanti, deliziando i tuoi ospiti con ricette inaspettate.
Non solo, sfruttando la separazione dei due cestelli potrai inoltre cuocere contemporaneamente la pasta e le verdure, o tipi di verdure diverse.
Riguardo a questo tipo di pentola con scolapasta incorporato bisogna fare una piccola precisazione, icestelli presenti al suo interno non sono dotati di fori circolari, e presentano invece una struttura a rete, poco adatta agli spaghetti.
Infine, potrai trovare in vendita alcuni modelli di pastaiola contenenti un cestello diviso in tre parti differenti. Il consiglio comunque è quello di munirti di un cestello singolo, e acquistare quello a tre scompartimenti come accessorio a parte. In questo modo potrai essere sicuro di cuocere uniformemente dosi di pasta anche per 3 o 4 persone e scolarle contemporaneamente.
-Pentola con coperchio scolapasta
Questo è forse il modello più diffuso di pentola con scolapasta integrato. A differenza dei precedenti però, i fori scolapasta sono posti direttamente sulla superficie del coperchio. Nonostante si tratti di un prodotto tradizionale e presente in molte cucine, a nostro avviso esso risulta piuttosto scomodo.
Gli svantaggi dati da questa soluzione sono molteplici, da un lato questo tipo di pentola ti costringe comunque a scolare la pasta direttamente nel lavandino.
In aggiunta, per scolare la pasta usando i fori presenti sul coperchio, dovrai necessariamente tenere fermo con le mani questo, rischiando di bruciarti. Se il coperchio non aderirà perfettamente ai bordi della pentola inoltre, potrebbe fuoriuscire dell’acqua bollente direttamente sulle tue mani.

Le dimensioni

Ci si potrebbe chiedere quanto deve essere grande una pentola per pasta con cestello. Naturalmente la risposta a questa domanda dipende dalle tue abitudini: se sei un appassionato degli spaghetti, la misura indicata è quella più grande, pari a 22 cm di diametro e 27-28 di altezza, con capacità di circa 6 litri.
Se invece ti piace cucinare tagli di pasta più corti, pentole di misura inferiore possono essere sufficienti.

I materiali

Parlare di pentole ci obbliga a citare un materiale su tutti, l’acciaio inox 18/10. I modelli professionali di pentola con scolapasta incorporato sono infatti realizzati con questo metallo, celebre per essere resistente al calore e perciò molto duraturo.
Certo, in commercio puoi trovare modelli economici realizzati in alluminio. Questo, però, è frequentemente soggetto a deformazioni date dalle alte temperature, e può andare più facilmente incontro a fenomeni come corrosione e ossidazione.
Infine, è importante ricordare che l’acciaio inox non è antiaderente, se hai intenzione di cucinare pietanze come arrosti o verdure, assicurati di girarle spesso e cuocerle a fuoco lento. In casi come questi in realtà, il consiglio è quello di munirti di una tipologia di pentola più adeguata, magari dotata di fondo antiaderente o realizzata in ghisa.

Tipologia di coperchio

Come anticipato, anche il coperchio è una componente indispensabile per cuocere la pastasciutta al meglio. Per garantire prestazioni professionali, esso deve avere lo stesso diametro della pentola e aderire perfettamente ai bordi. I materiali più diffusi per la realizzazione dei coperchi per pastaiole sono principalmente due:
-l’acciaio inox
-il vetro Pyrex
Recentemente questa seconda soluzione viene proposta da un numero sempre maggiore di case produttrici. Il motivo è semplice, essendo trasparente, il vetro permette di controllare lo stato delle pietanze durante l’intera fase di cottura, senza disperdere calore sollevando continuamente il coperchio.
Inoltre, un ulteriore caratteristica fondamentale riguarda il pomello esterno presente sulla cima del coperchio. Il nostro consiglio è di optare per pomelli con copertura in plastica, più sicuri poiché isolanti.

Manici

Prima di acquistare una pentola con scolapasta, è consigliato dedicare qualche minuto alla ricerca di manici di qualità. Questo aspetto spesso sottovalutato, è in realtà di importanza fondamentale, soprattutto in termini di sicurezza. I manici migliori sono quelli ergonomici e foderati in silicone, gli unici davvero in grado di evitare le scottature.

Fondo di cottura

Se hai la necessità di utilizzare la tua pentola con cestello scolapasta su un piano cottura a induzione, dovrai assicurarti che il fondo del modello di tuo interesse sia compatibile o utilizzare un adattatore per cottura a induzione. Leggi attentamente le caratteristiche specifiche del prodotto: all’interno di esse troverai la dicitura Induction, spesso accompagnata dalla relativa icona.

Prezzo

Dopo avere scoperto i segreti di queste praticissime stoviglie, probabilmente ti starai chiedendo quale sia il prezzo di una pentola con scolapasta, magari di buona qualità.
La risposta come potrai immaginare non è una sola, in quanto i prezzi delle pastaiole variano principalmente in base al tipo di materiale con cui sono realizzate, alla compatibilità con i piani di cottura e agli accessori
-Pentole con scolapasta in acciaio inox 18/10 – da 35 a 90 euro
-Pentole con scolapasta in alluminio – da 25 a 60 euro
Pentole compatibili con piani di cottura diversi, compreso quello a induzione, presentano solitamente prezzi leggermente maggiori.

Pentole con Scolapasta Integrato più Vendute Online

Per concludere proponiamo una lista delle pentole con scolapasta integrato più vendute online in questo periodo con il relativo prezzo.

Cliccando sui prodotti presenti nella lista è possibile leggere le opinioni dei clienti.

Ultimo aggiornamento 2024-07-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Roberto Pinna

Roberto Pinna non è solo un cuoco, ma una vera e propria autorità nel mondo culinario. Con oltre un decennio di esperienza dietro ai fornelli, ha saputo affinare la sua arte culinaria in vari ristoranti, dai locali tradizionali alle cucine d'avanguardia.
Roberto si è specializzato nel conoscere a fondo ogni tipo di pentola, dalle più tradizionali alle più innovative. Questa sua curiosità lo ha portato a diventare un punto di riferimento per chiunque voglia scegliere la pentola perfetta per ogni esigenza culinaria.