Padella per Frittata e Girafrittata – Migliori Modelli, Opinioni e Prezzi

Aggiornato il 30 Maggio 2024

In questa guida spieghiamo come scegliere le migliori padelle per frittata e girafrittata per le proprie esigenze.

Se credi che le padelle siano tutte uguali, allora non sei ancora diventato un vero appassionato di cucina. Ma appena ti avvicini ai fornelli per fare un sugo, un brasato o una frittata, ti rendi conto che ogni ricetta ha la sua pentola, la sua casseruola o la sua padella, come, per esempio, avviene proprio nel caso della frittata.

Recensione Migliori Padelle per Frittata

Vediamo più nel dettaglio alcune delle migliori padelle per frittata disponibili sul mercato in questo momento.

Home In Rombo

Tra le migliori padelle per frittata non possiamo non citare Home In Rombo, un modello che spicca per diverse caratteristiche interesanti. Per prima cosa, ha un prezzo concorrenziale ed è stata realizzata in pietra, il che aumenta le sue prestazioni e il suo valore complessivo. In secondo luogo, il design è davvero bello e gradevole da un punto di vista estetico, e la padella in questione può vantare anche la classica struttura doppia di questi modelli. In sintesi, si tratta di una padella che potrai usare per girare la frittata con un solo movimento, capovolgendola, senza per questo dovere usare spatole o altro.
Le due padelle sono infatti collegate tramite una cerniera che si trova sui lati superiori, mentre il doppio manico ti permette di tenerle chiuse durante la preparazione. Essendo un modello di fascia alta, poi, ti porterai in cucina una padella doppia antiaderente e che potrai dunque usare anche per altre ricette o cotture. Il vantaggio è piuttosto chiaro, la frittata non si attacca al fondo delle due padelle, di conseguenza non si brucia e non crea incrostazioni. Questo faciliterà anche la fase di pulizia della stoviglia, molto rapida e veloce.
Il girafrittata non è compatibile con i piani cottura a induzione, in quanto non è presente l’apposito fondo magnetico in triplo strato acciaio, alluminio e acciaio. In fondo è un sacrificio che possiamo accettare, considerando un prezzo molto conveniente e la possibilità di utilizzarla sia sui fornelli a gas che su quelli in vetroceramica.
Per quanto riguarda le dimensioni, il diametro arriva a 26 centimetri e il peso non è eccessivo, dato che supera di poco 640 grammi. In conclusione, ci troviamo davanti ad un’ottima padella doppia per frittata, affidabile e realizzata con materiali di primissima qualità.

Ultimo aggiornamento 2024-07-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Girafrittata Tescoma

Ha un prezzo superiore alla media, ma si tratta di una padella per frittata doppia di fascia altra, con una serie di caratteristiche piuttosto rare in questo campo. In primo luogo, la padella Tescoma ha un rivestimento antiaderente in grado di fare scivolare sulla superficie anche gli alimenti più complessi, come le uova. In altri termini, i cibi non si attaccano mai sulla superficie, consentendoti di fare delle preparazioni sane e senza grassi o olio aggiunti. In secondo luogo, l’anima della padella è in alluminio, un materiale con ottime doti di conduzione del calore, mentre il rivestimento esterno è in plastica.
Se si studia la sua estetica, il colore rosso spicca e dona una marcia in più a questa padella doppia per frittata, nonostante siano le prestazioni l’aspetto più importante. Anche da questo punto di vista non devi temere, perché la padella Tescoma mette in campo delle prestazioni brillanti, sia come conduzione del calore che come proprietà antiaderenti. La struttura è classica, quindi la stoviglia è composta da due padelle collegate da una cerniera in metallo, e da un doppio manico. Considera comunque che le padelle possono essere separate e utilizzate in modo indipendente.
Ci si trova davanti ad una padella versatile, oltre che efficiente e di qualità, e infatti spesso i consumatori la usano anche per la preparazione delle omelette, per le tortillas e per le verdure. Inoltre, essendo in alluminio hai la possibilità di lavarla in lavastoviglie, cosa che comunque potresti fare anche con le padelle in pietra.
La padella ha un diametro pari a 26 centimetri ed è compatibile con i piani cottura a gas, in vetroceramica ed elettrici. Considera però che non potrai usarla per cucinare con i piani a induzione, in quanto non dispone di una base compatibile.

Ultimo aggiornamento 2024-07-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Frabosk Casalinghi

Ecco una padella per frittata che si fa notare soprattutto per la convenienza del suo prezzo, oltre che per le sue qualità complessive, di ottimo livello. Frabosk Casalinghi, infatti, è una stoviglia molto grande, con un diametro di 30 centimetri, e con un rivestimento perfettamente antiaderente. Considera, inoltre, che questo modello ha una struttura davvero resistente, e che potrai lavarla in lavastoviglie senza temere danni. Per quanto concerne le cotture possibili, sappi che non può essere usata sui piani con tecnologia a induzione, in quanto non compatibile per la mancanza del fondo magnetico.
Si tratta comunque di una delle padelle per frittata più in circolazione, quindi un prodotto ideale per le famiglie e per chi invita amici a cena. Inoltre, si parla di un girafrittata utile non solo per questa ricetta, ma anche per la preparazione di omelette e toast. La sua struttura la rende perfetta anche per la cottura degli hamburger, proprio per via del rivestimento con eccellenti proprietà antiaderenti. Infine, le due padelle sono smontabili, di conseguenza puoi utilizzarle separatamente, per esempio quando hai la necessità di cuocere un numero maggiore di porzioni.
Il peso è superiore alla media, ed è pari a 840 grammi circa, ma è normale che sia così ed è dovuto alla presenza di due padelle più grandi. Per quanto riguarda i materiali, la parte al di sotto del rivestimento è in alluminio, quindi la padella si riscalda rapidamente e assicura una diffusione del calore di primissimo livello. Ottima la qualità dei manici, resistenti e solidi, mentre la possibilità di rovesciarla la rende adatta anche per i neofiti della cucina, in quanto evita di rovinare la frittata.
Concludendo, Frabosk Casalinghi è una padella molto affidabile e versatile.

Ultimo aggiornamento 2024-07-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Megafesa Praga

Se stai cercando una padella per frittate economica ma di qualità, allora ti consigliamo questo modello. La padella Megafesa Praga ha infatti un prezzo ridotto, ma al tempo stesso ti garantisce delle ottime proprietà antiaderenti e una durevolezza notevole. Una delle caratteristiche principali di questa doppia padella è la struttura, non in alluminio o in pietra, ma realizzata in solidissimo acciaio. Questo alza il peso complessivo della stoviglia, 1 chilo circa, ma assicura una resistenza non comune in questo settore. Si tratta ovviamente di un prezioso vantaggio, soprattutto se la compri per farne un uso massiccio e continuativo.
Andando alle qualità antiaderenti, è bene sottolineare la presenza di un rivestimento a doppio strato chiaramente privo di PFOA e certificato per un uso alimentare.
Un’altra notizia positiva la registriamo analizzando i manici, con un comodo rivestimento in bachelite. Questo materiale viene spesso impiegato negli attrezzi per la cucina e nelle padelle, in quanto protegge il manico dagli accumuli di calore. Questo significa che potrai afferrare la padella senza temere di scottarti, anche se non usi le presine o i guanti da forno.
I vantaggi della padella Megafesa Praga non finiscono qui, dato che monta un fondo magnetico in triplo strato acciaio alluminio acciaio. Questa caratteristica la rende compatibile non solo con i fornelli a gas o in vetroceramica, ma anche con i piani cottura a induzione. Sappi comunque che, a questo prezzo, dovrai sacrificare la capienza della padella, perché Megafesa Praga ha un diametro di soli 20 centimetri. In sintesi, è poco idonea per chi ha intenzione di cucinare porzioni abbondanti, adattandosi prevalentemente alle necessità di una coppia. A livello di versatilità è ideale, anche per la preparazione delle crepes, facendo però i conti con le dimensioni limitate. Infine, sappi che puoi pulirla in lavastoviglie senza problemi.

Ultimo aggiornamento 2024-07-25 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Come Scegliere Padella per Frittata e Girafrittata

Vediamo come scegliere una padella per la frittata.

La struttura di una padella per frittata

Una volta la padella per frittata veniva realizzata con la classica forma tonda, il fondo leggermente bombato, i bordi tondeggianti, alti anche 10 centimetri, fatta di ferro, con il manico chiodato e rivestito in legno. La cuoca provetta rigirava la frittata facendola saltare per aria e riafferrandola al volo, per rimetterla immediatamente a friggere sul fuoco. Oggi una cosa del genere è possibile vederla solo nei film d’epoca e chiunque si cimenti nella cottura di una frittata si guarda bene dall’imitarla.
Però la frittata è tale solo se la cucini da ambo i lati, quindi la devi rigirare comunque. Una cosa che è stata risolta grazie all’invenzione del girafrittata, conosciuto anche come padella doppia per frittata, che ti permette di cuocerla perfettamente sopra e sotto, senza correre il rischio di vederla a terra.
Il girafrittata tra l’altro è anche il termine con il quale attualmente viene definita la padella per frittata, perché la sua struttura è perfetta per girare la frittata senza farla cadere.
La padella per frittata, quindi, oggi presenta una struttura doppia. Si tratta in genere di due padelle simili, della stessa dimensione, collegate tra loro da una cerniera mobile, che ti permette di unirle e staccarle con molta facilità. Questa particolarità ti consente, mentre cuoci la frittata, di appoggiare e agganciare la seconda padella sopra la prima e di girare il tutto senza problemi. Ovviamente, se grazie a questa soluzione la gestione della cottura della frittata è più semplice, il peso della padella raddoppia. Ma non puoi negare al girafrittata il vantaggio di farti cucinare in tutta sicurezza. L’alternativa infatti, usando una padella semplice, è quella di correre il rischio di rompere o perdere la frittata.
Altro lato positivo è quello che le due parti del girafrittata sono assolutamente indipendenti e quindi possono essere usati separatamente come due padelle singole.

Il materiale della padella per frittata

Le padelle per frittata devono raggiungere velocemente la temperatura ideale alla cottura, ma essere anche in grado di mantenerla in maniera costante. Per questa ragione vengono realizzate in acciaio rivestito e di discreto spessore. Certo il massimo della qualità sarebbe friggere la frittata in una padella in materiale lapideo. Quindi, se le frittate sono la tua passione, non ti verrà difficile trovare anche padelle per frittata in pietra. Se invece la scegli in ferro va pure bene, sempre che sia rivestita di un materiale antiaderente.
Nel caso in cui la padella sia in acciaio o in ferro devi stare attento che ci sia anche un rivestimento antiaderente, per evitare che la frittata si attacchi al fondo. Tra i vari materiali per il rivestimento il più efficace ed economico è certamente il teflon, ma difficilmente questo elemento viene garantito PFOA free. Quindi devi stare molto attento a non graffiarlo e usare mestoli di legno o in PVC. L’alternativa è il rivestimento in porcellana o la vetrificazione con polveri di silicio, assolutamente atossiche. Ma se acquisti uno di questi prodotti probabilmente ti toccherà pagare un prezzo più elevato.
Infine c’è la possibilità di prendere una padella per frittata doppio realizzata in pietra, oppure rivestita con un materiale lapideo, che è altrettanto efficace ma decisamente meno costoso.

Il manico di una padella per frittata

La padella per frittata raggiunge temperature molto elevate, soprattutto se si usa l’olio. Per questa ragione deve essere rivestito di un buon materiale isolante in modo da non bruciarsi le mani quando la si maneggia durante la cottura. In genere il legno è un materiale molto resistente ed efficace, ma ci sono padelle che hanno anche il manico rivestito in sughero o in bachelite.
Ma, a prescindere dal materiale che lo riveste, il manico di queste padelle deve essere anche molto robusto, sia per reggere il peso della padella, che in questo caso è doppia, che per sostenere pure quello della frittata.
Considera che la padella per frittata, modello girafrittata, va alzata e rigirata parecchie volte, e non puoi rischiare che ti cada dalle mani. Poi c’è da valutarne la grandezza.

La dimensione della padella per frittata

Più è grande la padella, più è bella la frittata. Però una padella troppo grande diventa anche difficile da maneggiare. Le misure delle padelle per frittata generalmente si aggirano tra 26 e 30 centimetri di diametro, sia per quelle in metallo che per quelle in pietra.
Qualche eccezione la si trova quando si cerca una padella che abbia il fondo per fornello ad induzione. In questo caso infatti quasi sempre la padella non supera i 20 centimetri, per adeguarsi al tipo di fonte di riscaldamento. Ma è comunque perfetta per un single o una coppia.

Il piano cottura

Quasi tutte le padelle per frittata hanno il fondo in grado di scaldarsi sui piani a cuocere tradizionali, sia elettrici che a gas. Il problema sorge quando hai in casa un piano a induzione e cerchi una padella adatta. In questo caso devi fare molta attenzione e controllare che sia specificato l’uso per questo tipo di piano.

La chiusura tra le due padelle da frittata

Altra caratteristica importantissima è la chiusura tra le due padelle del girafrittata. Quando le giri infatti si rivolta tutto il contenuto, compreso l’olio o il materiale non ancora ben amalgamato. Per questa ragione, quando colleghi la seconda padella sulla prima e le chiudi entrambe, l’insieme deve risultare assolutamente ermetico. Controlla bene quindi che le slabbrature dei bordi delle due padelle aderiscano per bene, che la cerniera si chiuda senza problemi e che ci sia almeno un gancio dalla parte opposta. Il gancio tra l’altro è fondamentale, proprio per evitare che la padella si apra durate l’operazione di rigiro della frittata.

Versatilità della padella per frittata

Avere una padella per frittata significa anche dilettarsi nella cottura di piadine, omelette, hamburger e crepe. Generalmente è la casa costruttrice a fornire i dettagli sull’uso alternativo della padella. Quindi, quando l’acquisti, controlla che sia in grado di cucinare anche gli altri piatti.

Pulizia della padella per frittata

La padella per frittata in genere è molto robusta ma, a causa del rivestimento, è altrettanto delicata. Per questa ragione è abbastanza difficile che la si possa lavare in lavastoviglie. Risulta essere molto meglio infatti pulirla a mano, con delicatezza e usando particolari accorgimenti. Uno di questi è fare agire sul fondo una miscela di acqua e bicarbonato di sodio, da scaldare sul fuoco e poi rimuovere insieme allo sporco, senza strofinare. Ma in alternativa puoi fare agire a caldo un miscuglio di sale grosso e succo di limone, oppure utilizzare un detersivo delicato, che sia indicato proprio per il rivestimento.

Padelle per Frittata più Vendute

Per concludere proponiamo una lista delle padelle per frittata più vendute online in questo periodo con il relativo prezzo.

Cliccando sui prodotti presenti nella lista è possibile leggere le opinioni dei clienti.

Ultimo aggiornamento 2024-07-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Roberto Pinna

Roberto Pinna non è solo un cuoco, ma una vera e propria autorità nel mondo culinario. Con oltre un decennio di esperienza dietro ai fornelli, ha saputo affinare la sua arte culinaria in vari ristoranti, dai locali tradizionali alle cucine d'avanguardia.
Roberto si è specializzato nel conoscere a fondo ogni tipo di pentola, dalle più tradizionali alle più innovative. Questa sua curiosità lo ha portato a diventare un punto di riferimento per chiunque voglia scegliere la pentola perfetta per ogni esigenza culinaria.