Migliore Bistecchiera in Ghisa – Recensione, Opinioni e Prezzi

Aggiornato il 22 Ottobre 2023

In questa guida spieghiamo come scegliere la migliore bistecchiera in ghisa per le proprie esigenze.

La ghisa è uno dei materiali più indicati per cuocere la carne. Questo grazie alla sua capacità di assorbire grandi quantità di calore che poi rilascia molto lentamente. Una caratteristica che ti permette di cuocere sia la bistecca che i brasati in maniera molto più naturale e soprattutto progressiva. Questo significa che non la vedrai arrivare in tavola praticamente cruda o troppo secca per essere mangiata con gusto. E, tra l’altro, l’uso della ghisa ti permette di cuocere riducendo al minimo indispensabile i grassi aggiunti, cioè olii o altri condimenti untuosi. Ovviamente non dovrai appoggiare la fetta su un pezzo di ghisa qualunque, ma su una bistecchiera in ghisa.

Recensione Migliori Bistecchiere in Ghisa

Vediamo più nel dettaglio alcune delle migliori bistecchiere in ghisa disponibili sul mercato in questo momento.

Bistecchiera in Ghisa Le Creuset Signature

La bistecchiera Signature di Le Creuset è una bistecchiera in ghisa, di forma quadrata e 26 centimetri di lato. Una misura che ti consente una capienza eccezionale e che, insieme alla particolare fabbricazione della Ghisa Premium di Le Creuset, la rendono una padella dalla qualità ineguagliabile. Una bistecchiera praticamente eterna, dal doppio manico di colore rosso e dotata di becchi di scolo dei succhi di risulta, ricavati su ambedue i laterali.
Volendo fare una lista sintetica e veloce delle caratteristiche, Le Creuset Signature è realizzata con una ghisa di primissima qualità, contiene fino ad un litro e sei decilitri di cibo, anche grazie al suo lato di 26 centimetri. Risulta essere molto agevole da manovrare, grazie al suo doppio manico e pesa due chili e ottocento grammi. I due manici sono differenti. Il primo, infatti, è uguale a quello di una qualsiasi padella. Il secondo, invece, ha la forma rettangolare di una comoda maniglia e lo puoi usare anche per trasportarla dal lavello alla dispensa.
Altra caratteristica da non sottovalutare è che la ghisa di marca Le Creuset è realizzata con una particolare procedura che la rende totalmente antiaderente. E poi possiede tutte le caratteristiche della ghisa dall’alto spessore e della qualità tipo professionale. Quindi raggiunge temperature particolarmente elevate e distribuisce il calore in maniera omogenea e progressiva, con il risultato di cuocere la carne perfettamente. La sua superficie di cottura è scanalata, come nelle migliori piastre da grill, e la puoi mettere su qualsiasi fonte di calore, compresi i piani ad induzione e, ovviamente, sui fornelli a gas. Le Creuset Signature ha un peso importante, pari a chili e ottocento grammi, e una capacità di 1,6 litri. Ovviamente puoi cuocere dentro di tutto e non solo le bistecche. Infatti non avrai nessun problema a farci dentro anche il pollo, grigliato o arrosto, oppure pesce e verdure.
Infine il suo rivestimento, applicato in fase di realizzazione della bistecchiera, è ottenuto con le tecniche di vetrificazione superficiale dei materiali. Un rivestimento molto efficiente, che è completamente atossico, specificamente certificato per alimenti e semplice da pulire. La pulizia va fatta preferibilmente a mano e con molta delicatezza, per non causare degli spiacevoli graffi sulla superficie interna. Volendo riassumere velocemente i suoi pregi, Le Creuset Bistecchiera Signature in Ghisa Quadrata 26 cm è al 100% in ghisa di qualità suprema, è molto capiente ed ha una capacità termica eccezionale.
Insomma si tratta di un utensile da cucina che puoi benissimo considerare di livello professionale. Infine, se cerchi un lato negativo, puoi considerare solamente che è decisamente più cara della media.

Ultimo aggiornamento 2024-02-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Bistecchiera Le Creuset Rotonda

La bistecchiera Le Creuset rotonda ha un diametro di 32 cm. Si tratta di un utensile da cucina di tipo professionale, anche se la forma tonda è inusuale per questo tipo di articoli. Risulta essere abbastanza singolare anche lo spessore, che raggiunge i tre centimetri e due millimetri. Il risultato, alla fine, è che le carni e le verdure, che vengono grigliate con questa bistecchiera, hanno una cottura praticamente perfetta. La sua capacità è di 800 decilitri, pesa 5 chili e 400 grammi ed è realizzata in ghisa di alta qualità.
Questa bistecchiera conta su una doppia maniglia. Una caratteristica che, dato il suo peso notevole, più che comoda si dimostra indispensabile quando la devi alzare dai fornelli. Altra caratteristica, che contribuisce alla cottura perfetta, soprattutto della carne, è la profondità delle scanalature del piano di cottura. Queste, infatti, sono più profonde del normale e consentono una migliore separazione dei grassi dalla fettina. Il suo fondo è compatibile anche con il piano a induzione ma, data la sua dimensione, il fornello a induzione non sempre è capace di scaldare la bistecchiera per intero.
Si tratta di un arnese da cucina davvero unico, eccezionale e praticamente eterno, che vanta una serie di requisiti decisamente positivi al partire dallo spessore particolarmente alto. Poi le scanalature profonde che migliorano la cottura e, infine, la ghisa utilizzata, davvero unica come qualità.
Ovviamente, volendo segnalare dei difetti, la troverai poco maneggevole a causa del suo peso elevato e, se usi solo il fornello a induzione, la sua resa non sarà massima. Il suo rivestimento interno è del tipo vetrificato, molto efficiente, i suoi bordi sono bassi e, per quello che riguarda il lavaggio, sono assolutamente sconsigliata la lavastoviglie e le spugne abrasive.

Ultimo aggiornamento 2024-02-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Bistecchiera Maxidietella

La bistecchiera Maxidietella misura 27 centimetri per 50 cm e pesa 4 chili e 100. Rispetto alle concorrenti presenti sul mercato risulta una stoviglia economica di qualità media.
Nonostante questo, la cottura dei cibi, su questa bistecchiera, rispetta lo standard imposto dal mercato, ed è comunque realizzata in ghisa. Questo significa che la cottura ha le caratteristiche proprie della ghisa, ad alta temperatura e con propagazione uniforme e costante. Di conseguenza, la cottura dei cibi grigliati non può che riuscire più che buona. E poi ti vengono in aiuto anche le sue grandi dimensioni, e il fondo di 3 centimetri è più che sufficiente a cuocere perfettamente la bistecca.
Questa bistecchiera pesa 4 chili e 12 ma, per fortuna, possiede un doppio manico ribaltabile su uno dei lati lunghi. Una caratteristica che ti permette di prenderla saldamente con entrambe le mani.
Purtroppo per quanto sia adatta anche al piano a induzione non rende quanto dovrebbe mentre è perfetta per il fornello a gas. Infine, se tra le note positive ci sono il prezzo basso e le grandi dimensioni, di contro bisogna notare che i manici sono scomodi, soprattutto a causa del notevole peso.

Ultimo aggiornamento 2024-02-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Bistecchiera Le Creuset Rettangolare

La bistecchiera in ghisa di Le Creuset di forma Rettangolare misura 36 x 20 cm, è compatibile con tutte le fonti di calore e può essere usata anche sul piano a induzione.
Questa bistecchiera può essere considerata tra gli strumenti da cucina di tipo professionale, nonostante la sua capacità di soli 400 decilitri e il suo fondo non particolarmente spesso. La bistecchiera in ghisa di Le Creuset, infatti, pesa solo 2 chili e 700 grammi. Ma la sua configurazione è completa. Infatti ha un regolare becco di scolo per il grasso in eccesso, sul lato corto, e un manico pieghevole con rivestimento antiscottatura
La sua ghisa di ottima qualità ti permette di cuocere i cibi asciutti in maniera ottimale, ma non è adatta per le ricette in umido. Tra le qualità, dunque, puoi metterci sia la ghisa di ottima qualità che l’uniforme conducibilità del calore.
Perfettamente antiaderente, questa bistecchiera non trattiene sapori e umori, ed ha il becco per lo scolo del grasso.
Tra le note negative ovviamente c’è il prezzo, che è più alto della media di mercato, e il fatto che, nonostante sia larga, ha una capienza ridotta.

Ultimo aggiornamento 2024-02-23 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Come Scegliere Bistecchiera in Ghisa

La grande comodità di una bistecchiera in ghisa è che puoi usarla senza problemi sui fornelli a induzione. La ghisa, infatti, essendo un materiale ad alto contenuto di ferro, recepisce perfettamente anche le onde dei fornelli di questo tipo e si scalda perfettamente.

Vediamo come scegliere una bistecchiera in ghisa.

La forma e il fondo

Le bistecchiere in ghisa differiscono dalle normali padelle anche per la forma. In genere, infatti, sono rettangolari o addirittura quadrate, con dei bordi smussati per evitare di tagliarsi accidentalmente ed hanno una o due sbeccature sui lati adiacenti al manico.
Le sbeccature servono a fare traboccare fuori dalla padella il sugo di cottura, pieno degli umori grassi della bistecca. Umori che puoi riutilizzare per gli intingoli oppure gettare via se preferisci una cucina dietetica.
Del resto il fondo della bistecchiera in ghisa è realizzato ondulato apposta, in modo che la carne venga sollevata dalla base come se fosse sospesa sulla griglia del classico barbecue a carbonella.
Sotto invece, proprio tra le scanalature, si raccoglie il grasso e gli umori, in modo che separarli dalla fetta sia facile e immediato. Basterà infatti prendere la bistecchiera per il manico, inclinarla leggermente e lasciare che il sugo coli via dalle sbeccature. Però la ghisa ha anche la capacità di abbrustolire leggermente la crosta, per fare in modo che la carne mantenga comunque il gusto e l’aroma originario.
Un’altra caratteristica della forma della bistecchiera, rispetto alla padella normale, è l’altezza del bordo particolarmente pronunciato, realizzato così apposta per evitare che sugo e umori possano traboccare. Un’accortezza molto utile sia per preservare dagli schizzi il piano di cottura, sia per evitare che il grasso bollente possa arrivare sulla pelle delle mani e lasciarti delle scottature.
Tra le varie forme presenti sul mercato hai quattro possibilità di scelta, almeno tra le più comuni e facili da trovare. Per iniziare la forma quadrata. La bistecchiera in ghisa quadrata è tra le più comuni oltre che una delle più usate. Questo perché si piazza facilmente su un singolo fuoco e puoi metterci dentro anche due fette di media grandezza. Risulta essere anche più facile da conservare. Quindi, se il tuo piano a cuocere è essenziale e la cucina è piccola, questa bistecchiera potrebbe rappresentare la scelta migliore. Se invece hai dei fornelli di dimensioni normali puoi valutare l’acquisto di una bistecchiera in ghisa di forma rettangolare. Questo modello come forma si avvicina molto di più alla griglia del barbecue e ti permette di cuocere anche bistecche di grandi dimensioni, come la classica fiorentina.
Però, se sei un cultore delle bisteccone, come quelle argentine, probabilmente ti potrebbe piacere molto la bistecchiera a due fuochi. Questa bistecchiera ha una forma particolare, talmente grande da potere essere collocata su un doppio fornello. Generalmente è dotata di doppio manico e ci puoi cuocere dentro più di una portata. Una cosa che ti consente di mettere in tavola carne per tutti gli ospiti. Infine c’è da mettere in conto anche la forma sbeccata. Infatti, anche se sarebbe logico, non tutte le bistecchiere hanno le sbeccature. Questo perché, per evitare che gli umori trabocchino, la bistecchiera deve avere i bordi alti. Quindi, nel caso di sbeccature, i bordi devono essere ancora più alti. A questo punto tocca a te scegliere se prendere quella semplice e fare attenzione quando versi il sugo, oppure prenderne una con i bordi più pronunciati e almeno una sbeccatura.

Lo spessore

Lo spessore della bistecchiera in ghisa è una caratteristica fondamentale. Essa, infatti, non è mai meno di mezzo centimetro, anzi spesso lo strato raggiunge il centimetro. La ragione sta proprio nella sua grande capacità di assorbire il calore e di cederlo lentamente. Se lo spessore fosse troppo ridotto le temperature si alzerebbero molto più velocemente e la cottura non sarebbe altrettanto uniforme. Risulta essere chiaro che, non trattandosi di un intingolo ma di pezzi di carne, sarebbe sufficiente che fosse abbastanza spesso solo il fondo. Però, anche per ragioni di uniformità, a parte le parti ondulate, lo spessore è identico sia al fondo che ai bordi.

La Capacità

Capacità e dimensioni di una bistecchiera in ghisa dipendono dall’uso che ne devi fare. Se ti serve solo per cuocere le bistecche probabilmente ti basta un modello da mezzo litro, o anche meno. In questo caso, infatti, la modalità di cottura è quella asciutta, quindi l’unica cosa che riempirà il fondo della bistecchiera è l’umore della carne o dell’arrosto da rosolare. Se invece apprezzi la cottura in umido, allora è meglio scegliere un modello più grande, in modo da poterci mettere dentro anche i sughi, i soffritti e gli aromi. In questo caso trovi bistecchiere capaci di contenere anche un litro e mezzo, fino al filo della sboccatura. Ovviamente la maggiore capacità influisce sulla sua grandezza, modificando, rispetto ad un modello medio, la larghezza oppure l’altezza. Quindi puoi scegliere di acquistare una bistecchiera più ampia oppure più alta, in funzione delle tue esigenze.
Questo ti permette di orientare le tue scelte verso un modello compatto oppure su quello rettangolare ampio. La bistecchiera in ghisa del tipo compatto è più profonda che larga, ed è più simile ad un pentolino. Questo modello ti permette di cucinare solo una pietanza per volta, in umido, e di occupare semplicemente lo spazio di un fornello, lasciandoti libero di usare gli altri per altre cose. Il modello rettangolare grande invece occupa sicuramente più spazio sul piano a cuocere. Questa bistecchiera è meno profonda, ma ti permette di cuocere assieme più di una fetta di carne o, addirittura, più pietanze.

Il manico

Il manico di una bistecchiera in ghisa deve essere termoisolante, ancora più che in una padella normale, proprio perché la ghisa raggiunge temperature più elevate e si raffredda molto più lentamente. Ovviamente, per poterla afferrare in maniera salda e comoda, è meglio che sia anche ergonomico e, infine, deve essere saldato bene alla bistecchiera.
In alcuni modelli, anche per una questione di praticità, il manico è pieghevole. Questa particolarità ti permette di rivoltarlo sul piano della bistecchiera e poterla conservare più facilmente in uno stipo o in un cassetto.

Superficie antiaderente

La superficie interna, sia il fondo che le pareti della bistecchiera, devono essere rivestite o trattate in modo da essere antiaderenti. Questo particolare è fondamentale sia per non fare attaccare la carne o il sugo alla padella, sia per facilitarne la pulizia dopo l’uso.

Materiali

La bistecchiera in ghisa non è detto che sia totalmente in ghisa. Infatti, in molti casi, può essere realizzata in acciaio o in alluminio e dotata di un rivestimento in lega. Si tratta nella maggioranza dei casi di modelli economici che ti permettono di risparmiare, ma che non hanno le stesse qualità della ghisa piena. Quindi, in questi modelli, cambiano le caratteristiche fondamentali, e cioè la capacità di accumulare una grande quantità di calore e di restituirla agli alimenti in maniera progressiva e costante. Quindi, se vuoi una bistecchiera in ghisa professionali che possegga tutte le caratteristiche, accertati che sia realizzata interamente con questo materiale.
Questo non significa che i modelli che hanno in ghisa solo la patina esterna, che trovi appunto tra le bistecchiere rivestite in ghisa, siano da disprezzare. Infatti anche queste padelle, usate con le dovute attenzioni, sono in grado di garantirti una cottura di buona qualità, sicuramente migliore di quella che puoi ottenere in una padella di metallo.
Ovviamente non hanno la stessa resistenza dei modelli interamente realizzati in ghisa e quindi li dovrai trattare con molta attenzione. Infine devi anche stare molto attento, soprattutto se conti di usarle su dei fornelli a induzione, che siano realmente compatibili con questo tipo di piani di cottura.

Come Pulire Bistecchiera in Ghisa

Per pulire la bistecchiera in ghisa devi usare acqua con un detergente non aggressivo. Poi non devi mai immergerla in acqua prima che abbia finito di raffreddarsi. Ciò perché lo shock termico potrebbe farla incrinare. Il consiglio migliore, per pulirla, è quello di usare una spugna delicata imbevuta di acqua e bicarbonato di sodio, in modo da rimuovere i residui grassi senza graffiarla.
Se poi gli umori si sono incrostati, allora la devi lasciare per qualche minuto in acqua tiepida e sale. Poi basterà strofinarla delicatamente perché venga via tutto, magari con una mezza patata cruda. Quindi, dopo averla sciacquata per bene, devi aspettare che asciughi e, solo dopo, riporla nello stipo.
Infine, se vuoi che conservi la sua anti aderenza, devi ungerla ogni tanto con olio. Ti basterà versarne una piccola quantità all’interno, lasciarla per trenta minuti in forno a 200 gradi e poi togliere l’olio con un foglio di carta da cucina.

Bistecchiere in Ghisa più Vendute

Per concludere proponiamo una lista delle bistecchiere in ghisa più vendute online in questo periodo con il relativo prezzo.

Cliccando sui prodotti presenti nella lista è possibile leggere le opinioni dei clienti.

Ultimo aggiornamento 2024-02-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Roberto Pinna

Roberto Pinna non è solo un cuoco, ma una vera e propria autorità nel mondo culinario. Con oltre un decennio di esperienza dietro ai fornelli, ha saputo affinare la sua arte culinaria in vari ristoranti, dai locali tradizionali alle cucine d'avanguardia.
Roberto si è specializzato nel conoscere a fondo ogni tipo di pentola, dalle più tradizionali alle più innovative. Questa sua curiosità lo ha portato a diventare un punto di riferimento per chiunque voglia scegliere la pentola perfetta per ogni esigenza culinaria.