Bistecchiera per Induzione – Migliori Modelli, Opinioni e Prezzi

Aggiornato il 22 Ottobre 2023

In questa guida spieghiamo come scegliere la migliore bistecchiera per induzione per le proprie esigenze.

I fornelli a induzione stanno acquistando sempre più importanza tra i vari sistemi di cottura installabili in cucina. Di conseguenza, gli utensili compatibili con il piano a induzione sono oggi tra gli strumenti più richiesti da cuochi professionisti e non solo. Tra di essi troviamo, oltre alle padelle e alle casseruole, anche le bistecchiere per induzione.
Queste sono delle vere e proprie stoviglie progettate per conferire a bistecche e altre leccornie a base di carne o pesce una cottura perfetta e un aspetto succulento e invitante. Se anche tu hai deciso di dare una svolta decisiva al tuo modo di cucinare questi alimenti, proseguendo nei prossimi paragrafi potrai trovare tutte le informazioni utili per acquistare la bistecchiera per induzione che fa al caso tuo.

Recensione Migliori Bistecchiere per Induzione

Vediamo più nel dettaglio alcuni delle migliori bistecchiere per induzione disponibili sul mercato in questo momento.

Bistecchiera a Induzione 605068 di Tescoma

Tescoma è una realtà attiva dal 1992, anno in cui la stessa è stata fondata in Repubblica Ceca. Ho avuto modo di provare diversi prodotti, tra cui appunto la bistecchiera 605068 e di tutti ho apprezzato la qualità, caratteristiche propria dell’azienda che da sempre opera con serietà e passione nel settore degli utensili per la cucina e complementi per la tavola.
La bistecchiera 605068 è molto versatile perché si può utilizzare sia sulle cucina a induzione, sia sulle tradizionali cucine a gas e la si può inserire senza alcun problema anche in forno. Nel caso in cui però si decida di utilizzarla in forno, assicurati di rimuovere i manici in silicone perché potrebbero bruciarsi. Sul gas o sulla cucina a induzione, invece, diventano molto utili perché non si surriscaldano e permettono di spostare la bistecchiera in totale sicurezza senza ustionarsi.
La bistecchiera è PFOA free e Nickel free, per cui assolutamente sicura per la salute ed è dotata di un rivestimento antiaderente che permette non solo di cuocere i cibi al meglio senza l’aggiunta di grassi come olio o burro, ma anche di pulirla senza troppi problemi.
Il fondo spesso garantisce una cottura ottimale perché permette un’ottima distribuzione del calore. Inoltre, l’ampia superficie della bistecchiera comporta la creazione di due aree differenziate, una più calda, quella centrale, perfetta per la cottura dei cibi, ed una meno calda, le parti laterali, ideale per mantenere le pietanze in caldo oppure per riscaldare le pietanze precedentemente cucinate.
Le dimensioni sono di 42 cm X 28 cm ed il peso è di 1.6 kg, praticamente è grande abbastanza per cucinare per più persone contemporaneamente ma al tempo stesso è comoda anche da portare in tavola per mantenere i cibi caldi.
Ho apprezzato molto anche il design, semplice ed ergonomico ma al tempo stesso anche di grande effetto e per questo credo possa essere una buona opzione anche come idea regalo.
La pulizia di questa bistecchiera è resa ancora più semplice sia dal rivestimento antiaderente che evita fastidiose incrostazioni e sia dal fatto che è lavabile comodamente in lavastoviglie oltre che ovviamente sotto l’acqua corrente.
La superficie è ondulata e l’ho trovata perfetta sia per la cottura della carne o del pesce che per grigliare le verdure.
Ricapitolando, tra i vantaggi ci sono sicuramente le dimensioni, la versatilità ed i manici in silicone offerti in dotazione. Tra gli svantaggi invece ho notato che il rivestimento antiaderente non sempre è efficace ed a volte si creano incrostazioni un po’ difficili da pulire.

Ultimo aggiornamento 2024-02-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Bistecchiera a Induzione Tempra di Lagostina

Un’altra bistecchiera che mi ha davvero stupito per qualità e prestazioni è il modello Tempra di Lagostina.
Lagostina è una realtà completamente italiana che unisce innovazione e tradizione per offrire ai clienti pentole, padelle ed altri accessori belli, funzionali e dalla qualità indiscutibile. Solida, resistente e ricercata, ecco quali sono i termini che descrivono al meglio la bistecchiera Tempra.
Adatta alle tradizionali cucine a gas, questo prodotto si può utilizzare anche sulle cucine ad induzione grazie al fondo in acciaio e alluminio dallo spessore di 5,5 mm, praticamente indeformabile.
Il rivestimento antiaderente è sicuro e durevole e mantiene intatte le sue caratteristiche nel tempo, anche a distanza di anni ed in seguito a numerosi utilizzi. È ovviamente privo di PFOA, cadmio e piombo ed inoltre la bistecchiera è dotata di un rivestimento rinforzato anti abrasione per non rovinare il piano durante la cottura dei cibi, per esempio, per mezzo di utensili.
A completare il tutto ci sono le eleganti e sofisticate manicature in silicone soft touch antiscivolo, ciò che serve per utilizzare la bistecchiera in sicurezza. Mi ha stupito molto il fatto che la si può utilizzare anche in forno nonostante le manicature in silicone, queste infatti resistono senza problemi fino a 210 gradi.
La Tempra di Lagostina misura 29 cm X 25 cm, ha i bordi alti e le righe in rilievo conferiscono ai cibi la texture tipica a righe che si ottiene quando questi vengono grigliati. Va benissimo per pane, carne, pesce, verdure e tutto ciò ce si preferisce.
Non ci sono problemi per quanto riguarda la pulizia perché il rivestimento antiaderente è veramente efficace e di fatto non si creano praticamente mai incrostazioni. Inoltre, se preferisci puoi anche lavarla in lavastoviglie.

Ultimo aggiornamento 2024-02-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Bistecchiera Ballarini 939F-0.28 Masterchef Original Series

Un’altra bistecchiera davvero utile, efficiente, di qualità e dal design degno di nota è il modello 939F – 0.28 di Ballarini in collaborazione con Masterchef Original Series.
Ballarini è un marchio che produce pentole ed altri prodotti per la cucina 100% made in Italy e che ha raggiunto la notorietà grazie alla collaborazione con programmi televisivi di cucina come Masterchef. Non è un caso infatti se programmi così famosi hanno scelto proprio Ballarini, il motivo infatti consiste nell’alta qualità dei prodotti e di conseguenza nelle prestazioni elevate che si possono raggiungere.
A me questo modello è piaciuto per diversi motivi e non ho trovato criticità o punti a sfavore rilevanti.
Si tratta di una bistecchiera adatta a tutte le fonti di calore, inclusi i piani ad induzione, grazie al fondo composito in alluminio ed acciaio inox che appunto migliora le capacità induttive e di accumulo termico.
La bistecchiera, come tutti gli altri prodotti della linea Masterchef, è realizzata in alluminio puro ad alto spessore che conferisce stabilità, durevolezza nel tempo ed inoltre è un materiale estremamente antiaderente. Nell’utilizzo del prodotto, anche se prolungato nel tempo, non ho mai notato una perdita di antiaderenza ed ho sempre cucinato al meglio le pietanze senza il rischio di bruciarle o danneggiare il fondo. Insomma, si tratta di un prodotto davvero indeformabile pensato proprio per chi utilizza spesso la bistecchiera ne cerca una forte e resistente.
Questo ovviamente si traduce anche in una pulizia semplice ed agevole: non formandosi infatti incrostazioni basta un getto d’acqua per eliminare i residui. Inoltre, la si può anche lavare in lavastoviglie.
La nota in più, che rende questa bistecchiera diversa dalle altro che ho provato, è rappresentata dalla presenza dell’indicatore Thermopoint progettato e brevettato proprio da Ballarini.
Si tratta di un dispositivo che assume due colorazioni, rosso o verde, a seconda della temperatura raggiunta dalla bistecchiera. Quando l’indicatore diventa rosso significa che è stata raggiunta la temperatura ideale per la cottura e che quindi si può spegnere il gas o la corrente perché appunto la bistecchiera si è riscaldata correttamente. Quando poi l’indicatore torna verde significa che la piastra si è raffreddata e la si può lavare senza correre il rischio di ustionarsi.
A proposito di sicurezza, anche il manico è termoresistente e questo permette di utilizzare la bistecchiera senza pensieri o preoccupazioni.
Per quanto riguarda le dimensioni, questo modello ha un’ampia superficie quadrata che misura 28 cm X 28 cm, quindi è adatta sia ai nuclei più piccoli e sia alle famiglie più numerose o a chi adora preparare pranzi e cene con amici e parenti.
La superficie è lievemente ondulata e si presta bene praticamente per cuocere ogni alimento, dalla carne, al pesce, alle verdure.

Ultimo aggiornamento 2024-02-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Come Scegliere Bistecchiera per Induzione

Se anche tu hai installato nella tua cucina un piano a induzione e non vuoi rinunciare al delizioso aroma conferito a bistecche e spiedini dalla cottura alla piastra, ti sarà capitato di chiederti quale sia il migliore strumento per cucinare la carne in modo corretto e uniforme. Come per le pentole tradizionali, anche quelle pensate per essere impiegate sul piano a induzione possiedono numerose caratteristiche imprescindibili per ottenere risultati da ristorante.

Prima fare la tua scelta, dovrai necessariamente considerare alcuni fattori, tra i quali rientrano
-la qualità dei materiali e la resa di cottura
-lo spessore e la tipologia del fondo
-forme e dimensioni
-il prezzo
Di seguito affronteremo ciascuno di questi aspetti in modo approfondito, in modo da fornire una panoramica sufficientemente esaustiva delle varie tipologie di bistecchiera per induzione acquistabili in commercio.

I materiali

Per cominciare il nostro viaggio nel mondo delle bistecchiere abbiamo deciso di operare una distinzione preliminare, che ti aiuterà a capire verso quali prodotti orientarti. Gli appassionati e i cuochi esperti lo sanno bene, come spesso accade, anche nel caso delle bistecchiere esistono due fasce di prodotti, le bistecchiere per induzione professionali e le bistecchiere per induzione economiche.
Fanno quindi parte della prima categoria
Bistecchiere in ghisa. La ghisa è un materiale utilizzato da secoli in cucina, per via della sua capacità di trattenere il calore anche una volta spenti i fornelli. Inoltre, è molto spessa e naturalmente antiaderente, e questo permette di distribuire il calore più uniformemente rispetto a qualsiasi altro materiale. Un altro vantaggio non da poco è quello di potere utilizzare le bistecchiere in ghisa anche per le cotture in forno. L’unico punto a sfavore nella scelta di questo materiale è il peso, alcune bistecchiere possono superare i 3 kg. Anche i prezzi, naturalmente, sono più proibitivi. Ricorda però che la resa di cottura ottenuta tramite l’uso della ghisa non ha eguali.
-Bistecchiere in acciaio inox. Considerate di fascia alta, le bistecchiere in acciaio sono a tutti gli effetti paragonabili ai modelli in ghisa, con una prestazione leggermente inferiore ma con tanti vantaggi in più. Infatti possono essere lavate in lavastoviglie e presentano un peso inferiore. I modelli migliori presentano inoltre un rivestimento ceramico capace di renderle completamente antiaderenti.
Nella seconda categoria di prodotti rientrano poi le bistecchiere per induzione realizzate in alluminio. Questo materiale è infatti meno resistente della ghisa e dell’acciaio. Essendo molto più leggero e sottile, l’acciaio può andare incontro a deformazioni dovute all’intensità del calore. L’alluminio di una bistecchiera per induzione, in ogni caso, deve essere sempre protetto da un rivestimento antiaderente.
L’alluminio non garantisce inoltre la stesso omogeneità nella cottura, e spesso è rivestito con materiali facilmente danneggiabili con stoviglie appuntite. La predisposizione ai graffi è forse lo svantaggio principale delle bistecchiere economiche, anche se esse risultano comode soprattutto perché sono maneggevoli e lavabili in lavastoviglie.

Il fondo e lo spessore

Le pentole adatte per l’induzione devono essere dotate di un fondo composto da materiale ferroso. Forse non tutti sanno che il funzionamento del piano a induzione si basa su un meccanismo magnetico. il fondo agisce come una grande calamita alimentata dall’energia elettrica, che trasferisce calore alla pentola attraverso il campo magnetico che si genera con il contatto.
I materiali che permettono di trasferire il calore sono il ferro, l’acciaio, l’acciaio inox e la ghisa. Per quanto riguarda la compatibilità con i fornelli, l’opzione di un fondo ferromagnetico permette di cucinare utilizzando oltre al piano a induzione tutte le altre fonti di calore.
In linea generale, maggiore è lo spessore del fondo, migliore sarà la cottura. Il calore infatti tende a diffondersi in modo più omogeneo su fondi spessi almeno 5 mm. Inoltre, i modelli troppo sottili tendono a deformarsi nel tempo per via dell’azione del calore elevato al quale sono sottoposti. Attenzione però alla variabile peso, più spessa sarà la bistecchiera, più fatica farai a sollevarla.

La superficie di cottura

La superficie di cottura può essere liscia o ondulata, e questo comporta una differente resa nella cottura dei cibi. La superficie liscia è indicata per cucinare carni o pesci molto delicati, i quali necessitano di un contatto uniforme con la pentola e una cottura omogenea sullo strato superficiale.
La superficie ondulata è invece necessaria non per ottenere una cauterizzazione impeccabile, le classiche righe presenti sulle bistecche, della carne, capace di donare un ottimo aspetto al piatto e un delizioso aroma di affumicato.

Forme e dimensioni

Tra le tipologie di bistecchiera più comuni troviamo quella a forma di padella, caratterizzata da un fondo rotondo e da un manico lungo. Il secondo tipo di bistecchiera più diffuso è quello a vassoio, di forma rettangolare e dotata di due manici laterali. Infine, una terza alternativa è rappresentata dalle bistecchiere a fondo quadrato, una sorta di variante intermedia fra le due precedenti.
La scelta della forma dipende, oltre che da un fattore di gusto personale, anche dall’uso che si vorrà fare della bistecchiera. Se per esempio sei appassionato di grigliate e vuoi utilizzare la tua bistecchiera per cucinare una grande quantità di bistecche alla volta, dovresti propendere per l’acquisto di una bistecchiera a vassoio. Le dimensioni di questi modelli possono misurare fino a 50 centimetri di larghezza per 35 di profondità.
I modelli rotondi hanno diametri che vanno da un minimo di 20 centimetri fino a superare i 30. Le bistecchiere quadrate hanno dimensioni con un intervallo che va da 20×20 a 28×28 centimetri.
Anche la praticità dei manici è da tenere in considerazione, quelli doppi assicurano una maggiore sicurezza nella presa, mentre tra quelli singoli vengono particolarmente apprezzati i manici rimovibili. Essi permettono di posizionare la pentola sul tavolo occupando meno spazio ed evitando urti con gli oggetti. In alcuni casi i manici sono provvisti di un rivestimento in silicone, questo piccolo accorgimento è molto vantaggioso poiché consente di evitare dolorose scottature accidentali.

Prezzi

Infine, parliamo di prezzi. Il costo di una bistecchiera per induzione può variare molto, soprattutto in base alla qualità dei materiali dei quali è costituita. In generale, le fasce di prezzo si suddividono nel modo seguente
-Bistecchiere per induzione in ghisa e acciaio inox, da 40 a 150 euro
-Bistecchiere per induzione in alluminio rivestito, da 25 a 60 euro
Se sei un vero appassionato di grigliate, il consiglio è quello di investire sulla qualità. Se invece hai bisogno di una pentola antiaderente che ti consenta di variare la tua alimentazione cucinando la carne di tanto in tanto, i prodotti di fascia inferiore possono tranquillamente soddisfare le tue esigenze.

Bistecchiere per Induzione più Vendute

Per concludere proponiamo una lista delle bistecchiere per induzione più vendute online in questo periodo con il relativo prezzo.

Cliccando sui prodotti presenti nella lista è possibile leggere le opinioni dei clienti.

Ultimo aggiornamento 2024-02-19 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Roberto Pinna

Roberto Pinna non è solo un cuoco, ma una vera e propria autorità nel mondo culinario. Con oltre un decennio di esperienza dietro ai fornelli, ha saputo affinare la sua arte culinaria in vari ristoranti, dai locali tradizionali alle cucine d'avanguardia.
Roberto si è specializzato nel conoscere a fondo ogni tipo di pentola, dalle più tradizionali alle più innovative. Questa sua curiosità lo ha portato a diventare un punto di riferimento per chiunque voglia scegliere la pentola perfetta per ogni esigenza culinaria.