Padella Saltapasta – Migliori Modelli, Opinioni e Prezzi

Aggiornato il 21 Ottobre 2023

In questa guida spieghiamo come scegliere la migliore padella saltapasta per le proprie esigenze.

Esistono ricette per le quali la pasta, dopo essere stata adeguatamente cotta e condita, va finita di preparare in padella, aggiungendo altri ingredienti, come olio, burro o aromi speziati. In questo caso si parla di pasta saltata in padella e, per riuscirci bene, serve una padella adatta, la padella saltapasta.

Recensione Migliori Padelle Saltapasta

Vediamo più nel dettaglio alcune delle migliori padelle saltapasta disponibili sul mercato in questo momento.

Padella per Saltare Pentole Agnelli ALMA111B28

La padella saltapasta ALMA111B28 di Pentole Agnelli ha un diametro di 28 cm, un’altezza da 6 centimetri e mezzo ed è realizzata in Alluminio nudo da 3 millimetri, come nelle migliori padelle di tipo professionale. Il manico è in acciaio inox, di forma tubolare, ed è molto facile da tenere in mano. Ovviamente Pentole Agnelli ha realizzato e messo in vendita l’intera gamma di prodotti, dal modello più piccolo, con il diametro pari a 18 centimetri, a quello più grande che ne misura 45. E puoi scegliere tra una vasta varietà di misure, tra cui la 20 centimetri, la 22 cm, la 24, la 26, questa che è da 28 centimetri, insieme alla 30, la 32, la 34, la 36, la 38 e la 40.
Tutte le misure sono realizzate in alluminio nudo, ma se preferisci puoi scegliere tra i modelli con il rivestimento antiaderente oppure tra quelle in Alluminio Al-Black. Ovviamente puoi scegliere, per ognuna di esse, sia la confezione singola che quella dotata anche di coperchio che, in questa padella saltapasta, ha un pratico manico a ponticello. Infine, per chi ricerca la massima precisione, che in cucina è fondamentale, l’azienda dichiara che il materiale con il quale è stata realizzata questa padella saltapasta ha un coefficiente di conducibilità termica di 225 W/m°K e che essa è stata interamente costruita in Italia.
Si tratta di una padella dal peso moderato, circa 400 grammi. Una cosa che la rende abbastanza agevole da usare, anche quando la si tiene sospesa per saltare la pasta. Pentole Agnelli, tra l’altro, giustifica la scelta di usare l’alluminio ed elenca nel manuale descrittivo le sue varie doti. Prima tra tutte la sua versatilità, che gli permette di affrontare con successo quasi tutte le tecniche di cottura. Poi la sua conduttività termica, che rimane costante su tutta la superficie. Ancora c’è che è leggero, maneggevole, e sopporta shock termici e urti. Risulta essere resistente anche all’abrasione e alla corrosione, privo di manutenzione e interamente riciclabile. Risulta essere assolutamente atossico per gli alimenti se non mischiato con altri elementi, come da DL del 18/04/17. Nello stesso manuale la ditta descrive con precisione la procedura di utilizzo, pulizia e conservazione, come richiesto dalla Federazione Italiana Cuochi a tutti i suoi associati.

Ultimo aggiornamento 2024-05-22 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Padella Saltapasta Lagostina

La padella saltapasta Lagostina è un wok realizzato in alluminio nero ed ha un diametro di 28 centimetri. Un’eccezionale padella saltapasta che puoi acquistare da sola oppure in combinazione di un coperchio in vetro atermico. Si tratta di una padella che la Lagostina garantisce due anni, particolarmente resistente e già pretrattata per la cottura.
La saltapasta Lagostina può essere utilizzata su qualsiasi fonte di calore attivo, come un fornello a gas o la piastra elettrica. Questa padella monta un termometro con tecnologia Lagospot, particolarmente preciso ed efficiente. E puoi lavare la saltapasta in lavastoviglie anche grazie alla resistenza al logoramento del suo rivestimento.
La saltapasta Lagostina si presenta con un colore nero e il suo peso è di 862 grammi, mentre le sue misure sono di 28 x 35 x 10 cm. Il fondo, invece, è particolarmente spesso e misura 4 millimetri. Ma diamo uno sguardo alle prerogative che dichiara la casa.
Questa saltapasta ha una forma svasata, è molto capiente, ha una distribuzione del calore uniforme e il suo alluminio è laccato antigraffio. Il rivestimento antiaderente multistrato è resistente ai graffi e alle abrasioni. Poi sono presenti tutte le garanzie di sicurezza, oltre alla dichiarazione che il prodotto è interamente riciclabile ed è rispettoso dell’ambiente.
La tecnologia Lago spot è brevettata Lagostina ed è collocata direttamente nel centro della padella. Si tratta di un dispositivo che è in grado di indicare la temperatura ottimale per cuocere al meglio gli alimenti. Infatti, quando la temperatura raggiunge 180 gradi, il disco diventa rosso e la padella è pronta per la cottura. E poi c’è il manico del tipo soft touch, che ti assicura una presa salda e sicura.
In conclusione, si tratta di una padella dalla capienza ottima, visto che permette di saltare circa mezzo chilo di pasta senza problemi. Inoltre, visto che è antiaderente, è possibile utilizzarla senza che i cibi possano attaccarsi e bruciarsi.

Ultimo aggiornamento 2024-05-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Pentole Agnelli ALMC111BPIC36

La padella saltapasta ALMC111BPIC36 di Pentole Agnelli ha un diametro di 36 centimetri. Questa padella appartiene alla linea alluminio che è stata realizzata anche in funzione dell’uso di una piastra a induzione. Si tratta infatti di una padella dal bordo svasato e alto, il cui fondo è stato reso compatibile con la piastra a induzione. Il suo manico è di tipo Cool, in acciaio inossidabile e ricoperto parzialmente con rivestimento atermico. Questo modello è il più grande della serie, ma se vuoi trovi anche le padelle più piccole, da 24, 28 e 32 centimetri. Se scegli, invece, di acquistare il modello completo, trovi accoppiato alla padella anche un coperchio rotondo della stessa misura. Il colore con cui si presenta questa padella è il classico argento satinato dell’alluminio e la puoi utilizzare su qualsiasi altro tipo di fornello, compreso il gas o la resistenza elettrica.
Si tratta di un articolo integralmente realizzato in Italia che pesa 1,6 chili, ha un bordo alto 6 centimetri ed è realizzato in alu-inox per poter funzionare sulla piastra a induzione senza problemi. Ma l’alu-inox non serve solamente ad abilitare la padella ai dispositivi ad induzione. La combinazione alluminio più acciaio infatti rende la padella sufficientemente spessa senza appesantirla in modo particolare. E poi garantisce che la trasmissività termica sia ottimale grazie alla presenza dell’alluminio. Infatti questo modello dichiara una conducibilità termica di 190W/m°K. Infine questo articolo viene venduto insieme ad un libretto di istruzioni, particolarmente utile per un uso, manutenzione e pulizia adeguati.
In conclusione, possiamo dire che si tratta di una padella saltapasta di qualità, con uno spessore notevole e con buone finiture. I principali difetti sono da individuare nel peso, che come indicato prima è piuttosto elevato, e nel manico non troppo lungo.

Ultimo aggiornamento 2024-05-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Pentole Agnelli ALSA111BINF32

La padella salta pasta ALSA111BINF32 in Alluminio di Pentole Agnelli ha un diametro di 32 centimetri. Questa padella fa parte anch’essa della linea Alluminio ed è stata realizzata con un bordo svasato e alto 7,5 centimetri, per poter saltare la pasta senza problemi. Il suo manico è in acciaio inox ed è parzialmente rivestito in materiale atermico realizzato con una gomma molto resistente. Il suo attacco al bordo della padella è del tipo a borchie. Il colore della superficie esterna è l’argento. All’interno, invece, c’è il rivestimento che ha il classico colore grigio scuro puntinato. Risulta essere possibile mettere la padella salta pasta ALSA111BINF32 in lavastoviglie senza problemi. Si tratta comunque di una padella estremamente maneggevole, anche perché pesa solo 1,18 chili.
Il suo rivestimento antiaderente, garantito atossico, è in Teflon Infinity ed è molto resistente. Ma il suo rivestimento non serve solo a rendere la salta pasta antiaderente, perché ti permette anche di cucinare in maniera più leggera e dietetica, in quanto ti fa risparmiare sulle quantità di olio, o di altri grassi vegetali, che useresti in una padella normale. E poi trovi questa padella salta pasta anche realizzata con misure più contenute. Infatti, oltre alla 32 cm, trovi sia la 20 centimetri che la 24 e la 28 cm. Tutti i modelli sono venduti come pezzo singolo e se vuoi un coperchio lo dovrai acquistare a parte, scegliendolo tra quelli messi in vendita dalla stessa casa Pentole Agnelli. Come tutte le altre stoviglie Pentole Agnelli, anche la padella salta pasta ALSA111BINF32 gode delle garanzie della Federazione Italiana Cuochi, di cui la casa è anche fornitrice ufficiale per le manifestazioni.

Ultimo aggiornamento 2024-05-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Vantaggi della Padella Saltapasta

Se apprezzi la buona cucina sai che una delle maniere migliori per gustare un piatto di pasta condito bene è saltarlo in padella. In realtà non è l’unica ricetta che usa saltare il cibo in padella alla fine della cottura, ma per saltare la pasta occorre una padella adatta. Certo, potresti utilizzare una padella normale e provare a saltarci dentro la pasta come faresti con una frittata, ma il risultato non sarebbe lo stesso. Per iniziare, la padella tradizionale è meno capiente di una saltapasta, quindi, alla fine, avresti una quantità di pasta insufficiente. E poi la forma, i bordi, il materiale e tutte le altre caratteristiche, rendono unica la padella saltapasta. Ovviamente in commercio trovi di tutto, dalle saltapasta di qualità mediocre alle padelle spacciate per saltapasta, che in realtà non lo sono affatto. E, infine, mentre con una padella normale ti verrebbe difficoltoso anche saltare la pasta, puoi usare una padella saltapasta anche per fare altre cose, come sughi, intingoli e fritture. Per questa ragione, prima di scegliere una padella saltapasta è meglio conoscerne tutti gli aspetti e le caratteristiche.

Struttura della Padella Saltapasta

Se cerchi qualcosa che assomiglia ad una padella saltapasta, anche per avere un’idea di come sia fatta, sappi che essa assomiglia parecchio ad una casseruola originaria dell’est asiatico, il wok, che serve appunto a cuocere intingoli e stufati. Però, anche se la forma si avvicina al wok, sia come dimensioni che come altezza del bordo, la padella saltapasta è più agevole e possiede delle caratteristiche particolari. .
-Lo spessore del fondo
La padella salta pasta possiede un fondo particolarmente spesso. Questo perché lo spessore del materiale è fondamentale per mantenere omogeneo il calore della superficie con cui la pasta viene in contatto. Ma il fondo non ha solo uno spessore particolare, rispetto a quello di una padella normale, ma è anche di un materiale particolarmente robusto. Un materiale che possa garantire un uso intensivo della padella senza che ciò possa portarla a deformarsi o ad imbarcarsi. Deformazioni e difformità della superficie della padella, infatti, metterebbero a rischio la buona riuscita della saltata della pasta che potrebbe, al contrario, bruciarsi o, peggio, attaccarsi al fondo.
-I bordi della padella saltapasta
I bordi della padella saltapasta ti devono consentire di potere saltare la pasta senza che essa finisca fuori dal tegame. Per questa ragione sono decisamente più alti di quelli di una padella per normali fritture. Ma non c’è solo l’altezza a garantirti che la ricetta riesca, perché la pasta oltre che saltare deve anche girarsi su se stessa. Per questa ragione queste bordature sono ampiamente arrotondate, e svasate all’attaccatura con il fondo. Del resto quando salti la pasta non c’è solo il maccherone a rigirarsi in padella, ma anche tutto il condimento, che spesso è più pesante e voluminoso della pasta stessa. Quindi l’altezza evita che gli ingredienti del piatto finiscano fuori dalla padella. La svasatura invece agevola le fasi di scivolamento e rimescolamento del condimento. Una soluzione che ti permette anche di mantecare perfettamente altre ricette, come per esempio il risotto.
-Il manico della padella saltapasta
Una delle caratteristiche particolari della padella saltapasta è proprio il manico. Esso, infatti, viene usato durante tutta la cottura perché è quello che fa da leva e ti permette di agitare la padella sul fuoco e far saltare la pasta al suo interno. Quindi deve essere robusto, più lungo del manico di una padella normale, isolato termicamente per non scottarti e, soprattutto, comodo ed ergonomico. Il che significa che l’impugnatura deve essere salda e non stancare il polso e che tutto il manico deve essere anche ben bilanciato per non pesare sui muscoli dell’avanbraccio.
-Il rivestimento interno della padella saltapasta
Anche il rivestimento interno, in una padella saltapasta, riveste un ruolo di grande importanza. Infatti, anche se tra condimenti e grassi alimentari, la possibilità che la pasta si attacchi è più bassa, quando la cottura è alla fine e il sugo stringe, e si asciuga, si possono creare situazioni di aderenza non voluta, come le attaccature del cibo al fondo e conseguenti bruciature. Per questa ragione la presenza di un buon rivestimento antiaderente, sia del fondo che delle pareti della padella salta pasta, è una caratteristica molto importante. Una cosa che ti garantisce che la pasta riesca veramente ben saltata e cotta. Questo non significa, ovviamente, soprattutto dato il tipo di cottura continuamente in movimento, che si possa fare a meno di ungere la padella, prima della cottura, con un grasso alimentare, che sia olio, burro o strutto.
-Differenza del materiale rispetto al wok
Ovviamente le padelle salta pasta, proprio a causa del loro uso particolare e del loro fondo molto spesso, si scaldano più lentamente di una padella normale. Per fortuna però, almeno rispetto alle padelle wok, sono in alluminio e non in ghisa. E l’alluminio, rispetto alla lega carboniosa, si scalda più velocemente. Ma non è l’unica ragione che ha portato a privilegiare l’alluminio nella costruzione delle padelle salta pasta. Questo metallo, infatti, nonostante abbia un coefficiente di dissipazione più alto della ghisa, è molto più leggero e, quindi, più facile da maneggiare nelle operazioni di salto della pasta.

Come Scegliere la Padella Saltapasta

Prima di scegliere una padella saltapasta è sempre meglio valutare alcune qualità. Qualità che possono essere determinanti al fine di prendere il modello più adatto alle tue necessità. Infatti materiale, rivestimento, peso, grandezza, manico e forma possono fare la differenza. E può fare la differenza anche la possibilità di appoggiarla su un fornello ad induzione.

I materiali

Il materiale più comodo, e quindi il più usato per la padella saltapasta, è l’alluminio. Ma lo puoi trovare nudo e crudo, come può essere rivestito. E, infine, c’è anche la soluzione allu-inox, che vede l’alluminio ricoperto su ambedue le facce da uno strato di acciaio inox. Quando scegli una padella in alluminio senza altro materiale aggiunto, sai di poter contare sulle qualità del metallo al 100%. L’alluminio, infatti, è un conduttore termico eccezionale e ti permette di cuocere in maniera uniforme. Se invece prendi il modello che sfrutta il rivestimento, soprattutto per migliorare le capacità antiaderenti, allora perdi sia in velocità che in mantenimento del calore. Infine la soluzione che vede l’alluminio interamente ricoperto con l’acciaio ha il lato negativo della conducibilità termica meno costante e veloce, ma il pregio di essere compatibile con il piano a induzione, insieme al massimo della igienicità e pulizia. Infatti, a differenza dell’alluminio nudo o rivestito, che va pulito a mano e con la massima cura, l’allu-inox lo puoi mettere senza problemi in lavastoviglie.

Il rivestimento

Il rivestimento della padella saltapasta serve soprattutto a rendere fondo e bordi antiaderenti. Infatti quando cucini nell’alluminio o nell’acciaio devi sempre abbondare con i grassi per evitare che il cibo si attacchi. Un buon rivestimento antiaderente, invece, non solo ti evita di dover stare attento affinché il cibo non si attacchi, ma ti permette anche di risparmiare sulle quantità di olio e burro, rendendo la cucina più dietetica. Però, sia con il rivestimento in teflon, che con quello di tipo minerale, la conduzione del calore ne risentirà comunque e, di conseguenza, anche la qualità finale della cottura del piatto.

Le dimensioni

Il diametro minimo, sotto il quale la padella saltapasta non darebbe dei risultati appetibili, è di 28 centimetri. Una padella più piccola, infatti, sarebbe a mala pena buona per una sola porzione, per di più anche povera di condimento. Lo spessore del fondo, invece, deve essere almeno di tre millimetri o non riuscirebbe a mantenere il calore in modo uniforme. Per quello che riguarda i bordi, essi devono essere almeno da 6 centimetri, anche se i modelli migliori hanno un bordo che raggiunge i 9 o i 10 centimetri di altezza.

Il peso

Il peso di una padella saltapasta deve essere compatibile con la continua attività di questo tipo di cottura. Ovviamente una padella grande pesa anche di più, ma il modello in alu-inox riesce a coniugare efficienza e leggerezza grazie proprio alla combinazione tra i due materiali.

Il manico di una padella saltapasta

Il manico della padella saltapasta è quasi sempre in acciaio per ragioni di robustezza e leggerezza insieme. Però l’acciaio tende a scaldarsi parecchio, per cui devi scegliere un manico rivestito con un materiale termo isolante. Oppure puoi usare il guanto da forno, che però renderebbe le operazioni di salto meno facili da gestire. Il rivestimento invece migliora la presa e rende più facili le manovre. Generalmente il rivestimento migliore è quello in gomma. Infine sono fondamentali sia il bilanciamento del manico che la bontà della sua saldatura al corpo della padella.

La forma della padella

La padella saltapasta è tonda e i bordi devono essere svasati e alti. Se mancano queste caratteristiche quella che stai valutando non è una padella saltapasta. L’altezza dei bordi, infatti, ti garantisce che non vadano fuori né la pasta né il condimento. La svasatura, invece, serve a migliorare l’amalgama del cibo con il condimento e non farli pasticciare assieme.

La compatibilità con il piano a induzione

L’unico materiale a permetterti di usare la padella saltapasta su un piano a induzione è l’allu-inox. Le altre soluzioni dichiarate compatibili, invece, sono realmente valide solo se sulla padella è presente il simbolo corrispondente alla cottura su induzione. In caso contrario, sarà necessario utilizzare un adattatore per induzione.

Padelle Saltapasta più Vendute

Per concludere proponiamo una lista delle padelle saltapasta più vendute online in questo periodo con il relativo prezzo.

Cliccando sui prodotti presenti nella lista è possibile leggere le opinioni dei clienti.

Ultimo aggiornamento 2024-05-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Roberto Pinna

Roberto Pinna non è solo un cuoco, ma una vera e propria autorità nel mondo culinario. Con oltre un decennio di esperienza dietro ai fornelli, ha saputo affinare la sua arte culinaria in vari ristoranti, dai locali tradizionali alle cucine d'avanguardia.
Roberto si è specializzato nel conoscere a fondo ogni tipo di pentola, dalle più tradizionali alle più innovative. Questa sua curiosità lo ha portato a diventare un punto di riferimento per chiunque voglia scegliere la pentola perfetta per ogni esigenza culinaria.