Padelle in Pietra – Migliori Modelli, Opinioni e Prezzi

Aggiornato il 28 Maggio 2024

In questa guida spieghiamo come scegliere le padelle in pietra.

Tra le varie stoviglie antiaderenti ideali per la rosolatura e la scottatura troviamo le padelle in pietra, delle vere e proprie alleate della linea perfette per cuocere primi, secondi e contorni senza ricorrere all’uso di condimenti extra. SI tratta di una tipologia di pentola che ha guadagnato sempre più popolarità sia all’interno delle cucine professionali che di quelle casalinghe, grazie ad una serie di proprietà impareggiabili anche dalle migliori padelle in alluminio, acciaio o in ghisa.
Se sei alla ricerca di una stoviglia che ti permetta di cucinare senza grassi aggiunti, la padella in pietra è senza dubbio ciò di cui hai bisogno: bella, robusta, versatile e disponibile in moltissime grandezze, una volta provata non riuscirai più ad abbandonarla. In commercio se ne trovano moltissime tipologie, ciascuna arricchita da uno o più dettagli come manici termo resistenti, fondi compatibili con l’induzione, bordi alti e così via. Come fare però per capire se a un’innegabile attrattiva estetica corrisponda anche un’effettiva qualità? A questo penseremo noi: eccoti una guida dettagliata su come scegliere le padelle in pietra, che ti aiuterà a trovare la tua nuova pentola di fiducia in pochissimi passaggi.

Vantaggi delle Padelle in Pietra

Le padelle in pietra altro non sono che una speciale variante delle normali padelle in teflon, arricchite però con un rivestimento antiaderente. Questa soluzione è giustificato dal fatto che se queste pentole fossero costituite totalmente da materiale lapideo, peserebbero davvero moltissimo, risultando non solo inutilizzabili ma anche pericolose per chi le utilizza. In realtà quindi, le padelle che noi chiamiamo in pietra contengono al loro interno una percentuale variabile di particelle minerali, le quali possono variare per dimensioni e composizione.
Tra i minerali più spesso inseriti in queste leghe troviamo il marmo, la pietra ollare, la pietra lavica, la ceramica e addirittura il titanio ed il diamante: dalla maggiore o minore presenza di questi elementi dipenderanno quindi il costo e le prestazioni della pentola. Oltre ai materiali di composizione del rivestimento poi, vanno considerati anche quelli che costituiscono il vero e proprio centro della pentola, vale a dire i metalli impiegati per realizzarne la struttura. I più diffusi sono certamente l’alluminio anodizzato e l’acciaio, anche se il primo risulta molto più leggero e più adatto per condurre il calore velocemente su tutta la superficie di cottura.

Tra i vantaggi principali di questa stoviglia, oltre alla già citata antiaderenza naturale, troviamo quindi la rapidità nella diffusione del calore, l’omogeneità di cottura e la versatilità nella preparazione dei piatti, i quali tuttavia non sempre possono essere preparati in maniera composita come avverrebbe con altre tipologie di pentola.

Basti pensare alle padelle in acciaio, le quali al contrario di quelle in pietra possono anche essere inserite in forno. Rimane poi da spezzare una lancia in favore del teflon, un materiale troppo spesso demonizzato. Quest’ultimo infatti non è tossico, e pertanto non rappresenta una minaccia neanche ad alte temperature, ma che non devono superare i 230 gradi.

Recensione Migliori Padelle in Pietra

Vediamo più nel dettaglio alcuni delle migliori padelle in acciaio disponibili sul mercato in questo momento.

Padella Wok Oursson

Esiste la padella in pietra perfetta? Difficile dirlo, ma a giudicare dalle caratteristiche di questo Wok della Oursoon (e dal suo prezzo) verrebbe da pensare di sì! La qualità del suo rivestimento in pietra si coniuga alla perfezione con una struttura robusta e un formato capiente, perfetto per saltare primi e secondi per tutta la famiglia.
Grazie a un diametro di ben 28 cm infatti, questa padella risulta ottimale per la preparazione di porzioni abbondanti, senza però occupare spazio eccessivo in cucina. A rendere particolarmente interessante la stoviglia però è la possibilità di utilizzarla sui piani a induzione, sempre più popolari all’interno delle cucine contemporanee.
La padella in pietra Oursoon è infatti costituita da un cuore in alluminio, rivestito da particelle minerali su tutta la parte a contatto con il cibo e su quella esterna, e da un fondo triplo perfetto per diffondere il calore e ridurre nettamente i consumi in bolletta!
In aggiunta a quanto visto finora, doveroso anche citare il fatto che la padella Wok Oursoon è totalmente priva di PFOA, piombo, cadmio o altri materiali pericolosi, risultando perciò sicura sia in fase di cottura ad alte temperature, sia durante il lavaggio (può essere lavata in lavastoviglie senza nessun problema).
Completa questa fantastico quadretto la presenza di un comodissimo manico soft touch ergonomico, e un bordo che permette di versare con facilità salse e sughetti nel piatto, senza colature o fastidiosi schizzi: insomma, una stoviglia pensata per un uso intensivo e professionale, ideale per cucinare primi e secondi in maniera agevole e velocissima!
Considera infatti che grazie al rivestimento in pietra la padella Oursoon è completamente antiaderente, quindi per cuocere non dovrai ricorrere all’uso di oli o grassi aggiunti. Ti piace bollire e stufare? Nessun problema, perché i suoi bordi sono alti ben 8 cm! Ti abbiamo convinto vero? Non ti resta che provarla.

Ultimo aggiornamento 2024-06-17 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Padella Barazzoni Monolitica Rivestimento Pietra

Se quello che cerchi è una padella classica a fondo piatto rivestita in pietra, questa proposta della Barazzoni potrebbe fare al caso tuo. Ma perché scegliere proprio questa tra i tanti modelli disponibili? Ebbene, anche se a prima vista non si direbbe, la padella in pietra Monolitica ha moltissime chicche da offrire.
Iniziamo subito dicendo che con il diametro da 28 cm si presenta come una stoviglia ultra versatile, perfetta per cucinare porzioni da 1 a 4 persone. Oltre a ciò, il suo manico in bachelite è ergonomico e robusto, atermico e quindi ideale per evitare dolorose scottature.
Il cuore del prodotto è però da rintracciarsi nella sua struttura, in alluminio rivestito con Marmotech Plus, uno speciale rivestimento a 6 strati che rendono la padella non solo 100% antiaderente e solida, ma anche spessa e capace di fronteggiare temperature elevatissime senza battere ciglio.
Un fondo a triplo strato garantisce poi la compatibilità con i piani a induzione, indispensabile per poter usare la padella nelle cucine più moderne. Inoltre, nonostante tutte queste particolarità e l’elevata qualità dei materiali, la padella Barazzoni può essere tranquillamente lavata in lavastoviglie.
Per quanto riguarda la sicurezza poi sembra proprio che la casa produttrice abbia pensato a tutto: pensa infatti che il rivestimento Marmotech è completamente privo di PFOA e Nckel, due sostanze dannose non compatibili con una preparazione sana degli alimenti.
Arrivati a questo punto ci si potrebbe aspettare che un tale tripudio di caratteristiche positive si traduce necessariamente in un prezzo fuori mercato, ma in realtà Barazzoni è riuscita a stupirci anche in questo senso: pensa infatti che il costo della padella in pietra Monolitica è assolutamente in linea con quello della concorrenza!
Un fattore davvero irresistibile, che pone questa pentola una spanna sopra a tutte le altre.

Ultimo aggiornamento 2024-06-18 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Intignis Greblon C3

Se ti piace cucinare senza aggiunta di grassi e oli ma le padelle in pietra che hai provato finora non ti hanno convinto, ti consigliamo di dare una chance a questa versione “deluxe” delle padelle antiaderenti, vale a dire la padella antigraffio Intignis in Greblon.
Come? Non hai mai sentito parlare di questo speciale materiale? Allora mettiti comodo, perché dopo averlo provato non potrai più farne a meno. Il Greblon è infatti uno speciale materiale minerale di fattura tedesca, conosciuto anche come plasma Greblon C3+3.
A differenza degli altri rivestimenti in pietra, esso garantisce un’antiaderenza di qualità superiore, oltre che una protezione completa del cibo da possibili contatti con sostanze dannose (il Greblon è infatti privo di PFOA o altre scorie).
Un’ulteriore peculiarità di questo materiale, forse la più importante di tutte, consiste nel garantire una robustezza unica alla padella, la quale anche dopo ripetuti utilizzi ad alte temperature e agli sfregamenti con le posate non sembra perdere un colpo. Non a caso prima ancora che definirla padella in pietra, Intignis ne vanta le proprietà antigraffio!
Un insieme di caratteristiche imperdibili che si coniugano ad un design elegante e moderno, arricchito sia da un robusto manico atermico provvisto di indicatore di calore, il quale quando la padella si surriscalda cambia calore e ti notifica di quanto sta avvenendo, aiutandoti a proteggerti ulteriormente dalle scottature.
Come se non bastasse, la padella Intignis in questione è anche venduta insieme ad un pratico coperchio in vetro, indispensabile per tenere sotto controllo la cottura degli alimenti senza rischiare di fare danno! Completa il tutto un diametro capiente (di ben 28 cm), i bordi altri e la compatibilità con l’induzione. Il tutto ad un prezzo non solo competitivo, ma che ha davvero dell’incredibile!

Ultimo aggiornamento 2024-06-17 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Moneta Etnea Pro

Torniamo sui modelli di padella in pietra stile orientale, anche noto come Wok, presentando questo specifico modello prodotto da Moneta, una vera garanzia in fatto di stoviglie ed in particolare di pentole.
La padella Etnea Pro rappresenta infatti la quintessenza della praticità e della bellezza, e già a prima vista è difficile non innamorarsene (visto anche il prezzo più che competitivo). Ma per chi è adatta? Si tratta di un prodotto affidabile? Naturalmente sì, e oltre a garantire una cottura degli alimenti omogenea questa padella in pietra riesce a restituire eccellenti risultati anche dal punto di vista dell’antiaderenza.
Pensa infatti che il suo fondo è spesso ben 4 mm, garantendoti un’eccellente diffusione del calore e la possibilità di cucinare ad alte temperature senza temere alcun tipo di conseguenza. Per quanto riguarda il rivestimento interno poi, è necessario sottolineare che la Moneta si è davvero superata, andando ad inserire nella sua padella un materiale noto come Artechstone Ultra, un insieme di particelle minerali dalle straordinarie proprietà antigraffio.
Vista tutta questa qualità viene da chiedersi se sia possibile usare Etnea Pro anche sui piani a induzione, e naturalmente Moneta non delude nemmeno sotto questo aspetto: grazie al fondo compatibile, potrai cuocere senza problemi sia sui fornelli a gas che su quelli a induzione, e nel caso anche su quelli in vetroceramica.
A fare capolino è poi la dimensione piuttosto elevata della pentola, la quale nella versione qui proposta equivale a ben 30 cm di diametro. Tranquillo però: nel caso fosse troppo grande, sappi che potrai trovarla facilmente anche più piccola, scegliendo il diametro da 28 cm.
Un prodotto completo e versatile, sicuro, dotato di manico in acciaio inox e facilissimo da pulire anche in lavastoviglie.

Ultimo aggiornamento 2024-06-18 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Come Scegliere le Migliori Padelle in Pietra

Per operare una scelta oculata delle migliori padelle in pietra occorre tenere ben presenti numerosi aspetti, legati come visto sì alla composizione e ai materiali impiegati, ma anche alla forma, alla struttura e soprattutto al tipo di fondo della stoviglia.
Per evitare di fare confusione, abbiamo deciso di dedicare a ciascun fattore un paragrafo specifico, cercando di mettere in evidenza le criticità e gli ostacoli che possono confondere il consumatore al momento dell’acquisto. Vediamoli subito più nel dettaglio.

Qualità del rivestimento antiaderente

L’acquisto di una padella in pietra deve necessariamente determinare un’agevolazione dei processi di cottura, soprattutto quando essi richiedono un impiego minimo di olio o burro. Ecco quindi che per garantire l’antiaderenza totale del supporto è necessario che il rivestimento della pentola sia di ottima qualità. Se sei indeciso sul tipo di pietra da scegliere, queste indicazioni possono aiutarti ad orientarti meglio per soddisfare le tue esigenze:
-Rivestimento in pietra ollare, il migliore in assoluto per resistere ai graffi e ai segni del tempo. È caratterizzato da un colore chiaro e una consistenza quasi paragonabile alla cera, con tonalità tendenti al verde. Se utilizzi frequentemente la padella a temperature molto elevate però, è consigliato propendere per altre tipologie di pietra, come per esempio quella lavica.
-Rivestimento in pietra lavica, uno dei più adatti per resistere alle alte temperature. Si tratta della pietra residuale della produzione di magma vulcanico, e non a caso della soluzione perfetta per costruire pietre per la cottura della pizza. La sua resistenza extra la rende duratura ed affidabile.
I rivestimenti migliori sono quelli certificati e il più possibile ricchi di materiale lapideo, oltre che naturalmente quelli garantiti dall’azienda e accuratamente descritti in etichetta/sulla confezione. Se il tuo budget te lo consente, diffida delle diciture più generiche!

Struttura in metallo

Come anticipato anche la qualità della struttura in metallo della pentola può fare la differenza nella scelta di un prodotto piuttosto che di un altro. Normalmente è consigliato scegliere padelle in pietra con struttura in alluminio, sia per via della velocità di riscaldamento che per la leggerezza.
L’alluminio però presenta un limite, ovvero quello di non poter essere esposto oltre i 230°C. Per queste occasioni infatti il consiglio è di propendere sempre per padelle in acciaio, più pesanti ma anche più robuste e resistenti a possibili deformazioni (oltre che inossidabili).

Spessore del fondo

Per garantirti una cottura ottimale degli alimenti, lo spessore del fondo non deve mai essere inferiore ai 3 mm, ma allo stesso tempo può tranquillamente non superare i 5 mm. Queste misure sono infatti quelle utilizzate dai professionisti, e consentono di cuocere in modo uniforme e controllato anche i piatti più complessi, come per esempio gustosi secondi di pesce. Ricorda che in caso di dubbio la formula da seguire è questa: maggiore lo spessore, migliore la distribuzione del calore. Questa caratteristica si tradurrà in una cottura degna di un vero chef!

Misure e accessori

Durante il processo di scelta della padella ricorda poi di controllare attentamente la misura del diametro di quest’ultima, così da poter essere certo che sia compatibile con il tuo fornello. Ricorda che i diametri più popolari e utili in cucine per famiglie da 1 a 4 persone sono quelli compresi tra 20 e 30 cm. Oltre tale misura, le porzioni che preparerai saranno decisamente abbondanti, e quindi utili per famiglie numerose! Determinanti anche la forma e la lunghezza dei manici: normalmente la padella presenta un solo manico lungo, ma non mancano occasioni in cui per facilitarne la presa i produttori inseriscano un secondo manico opposto a quello più grande.
Se ti piace cuocere piatti in umido o scottati, ricorda anche di scegliere padelle munite di coperchio, possibilmente in plexiglas.

Compatibilità con induzione

La compatibilità con i diversi tipo di piani cottura è una delle caratteristiche più ricercate nelle padelle di oggi. Molto spesso, per capire se una pentola sia o meno adatta all’induzione è sufficiente controllare che il suo fondo sia di tipo magnetico e costituito da triplo strato, vale a dire dalla sovrapposizione tra tre dischi disposti come segue: acciaio, alluminio, acciaio.
Solo così la padella in pietra potrà garantire cotture omogenee anche a induzione. Se non riesci a rintracciare questo dato, controlla sempre attentamente la scatola o l’etichetta del prodotto: cercando bene, dovresti trovare il simbolo dell’induzione, rappresentante un oggetto simile ad una piccola molla.

Padelle in Pietra più Vendute

Per concludere proponiamo una lista delle padelle in pietra più vendute online in questo periodo con il relativo prezzo.

Cliccando sui prodotti presenti nella lista è possibile leggere le opinioni dei clienti.

Ultimo aggiornamento 2024-05-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Roberto Pinna

Roberto Pinna non è solo un cuoco, ma una vera e propria autorità nel mondo culinario. Con oltre un decennio di esperienza dietro ai fornelli, ha saputo affinare la sua arte culinaria in vari ristoranti, dai locali tradizionali alle cucine d'avanguardia.
Roberto si è specializzato nel conoscere a fondo ogni tipo di pentola, dalle più tradizionali alle più innovative. Questa sua curiosità lo ha portato a diventare un punto di riferimento per chiunque voglia scegliere la pentola perfetta per ogni esigenza culinaria.